menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maturità 2018, prima prova: fra le tracce Giorgio Bassani, la Costituzione e la cooperazione internazionale

Il testo da analizzare è “Il giardino dei Finzi Contini” dello scrittore, tema storico sulla cooperazione internazionale con De Gasperi e Moro

Giorgio Bassani,  la clonazione, la creatività tra le tracce proposte nella prima prova scritta degli esami di maturità 2018, il tema di italiano.

Dalle 8.30 è online la chiave fornita dal Ministero dell'Istruzione per l'apertura del plico telematico della prima prova scritta. Gli studentihanno sei ore di tempo per elaborare la traccia.

Per la tipologia A, il testo da analizzare è un brano de “Il giardino dei Finzi Contini” di Giorgio Bassani, pubblicato nel 1962: un testo ispirato alla storia vera di Silvio Magrini, presidente della comunità ebraica di Ferrara dal 1930, e della sua famiglia e racconta "gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudeltà della storia, l'incantesimo dell'infanzia e la felicità del sogno".

I quattro argomenti per il saggio breve o per l’articolo di giornale, previsti dalla tipologia B, sono i diversi volti della solitudine nell'arte e nella letteratura (Ambito artistico-letterario), la creatività (Ambito socio-economico), masse e propaganda (Ambito storico-politico), il dibattito bioetico sulla clonazione (Ambito tecnico-scientifico).

Per quanto riguarda invece il tema storico, i maturandi hanno a che fare con la cooperazione internazionale e in special modo De Gasperi e Moro. Infine, per l’ultima tipologia, il tema di ordine generale è il principio dell'uguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione.?

Domani mattina scatterà invece la seconda prova di indirizzo che durerà tra le quattro e le otto ore e lunedì la terza e ultima prova scritta prima degli orali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento