La d'Annunzio più vicina all'Ue: marchio Anno Europeo del Patrimonio culturale 2018 per la Notte dei ricercatori

La concessione è arrivata dal coordinamento nazionale dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Le manifestazioni sono in programma a settembre, nel centro storico di Chieti

Il coordinamento nazionale dell'Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, con riferimento alle decisioni 2017/864 del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo (18.05.2017) ha concesso all’università d’Annunzio l’utilizzo del marchio dell’Anno Europeo del Patrimonio culturale 2018 e dello slogan ufficiale europeo “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”, per l’iniziativa “Notte Europea dei Ricercatori”, in programma nel prossimo mese di settembre, con il progetto Bridge.

Oltre all’autorizzazione a utilizzare lo speciale logo europeo, l’iniziativa ha ottenuto il privilegio dell’inserimento nell’agenda europea che raccoglie tutti gli eventi del 2018 legati al patrimonio. La Notte Europea dei Ricercatori 2018 della d’Annunzio è una delle due sole manifestazione ad aver ricevuto questo importante attestato, che testimonia il valore culturale e scientifico del progetto presentato dall’Ateneo di Chieti-Pescara.

Commenta il professor Arcangelo Merla, coordinatore del progetto Bridge: 

Accogliamo con soddisfazione questo riconoscimento. L’idea progettuale, elaborata con i componenti del gruppo di coordinamento dell’ateneo, è centrata sul riconoscere nel patrimonio culturale l’elemento essenziale di identità di una comunità. Questa consapevolezza è il veicolo più efficace di integrazione, capace di attribuire alla cultura scientifica e alla ricerca scientifica il ruolo di promotrici della conoscenza che si traduce e si declina poi in patrimonio culturale. L’attestato appena ricevuto è una prima autorevole conferma della bontà dello spirito del progetto Bridge, dello sforzo congiunto con le istituzioni che sono parte del progetto (Comuni di Chieti e di Pescara, Sovrintendenza Beni Archeologici, Uffici Scolastici Provinciali di Chieti e Pescara) e dell’impegno che i ricercatori, i docenti ed il personale della d’Annunzio stanno profondendo nelle tante attività previste dal programma. Due appuntamenti ci attendono a fine settembre: il 27 mattina, con “Verso la Notte Europea dei Ricercatori 2018”, in programma a Pescara, ed il 28, dal pomeriggio fino a notte fonda, con la “Notte Europea dei Ricercatori 2018”, che si svilupperà lungo tutto il centro storico di Chieti. 

Saranno momenti straordinari, nei quali la ricerca si presenterà e incontrerà gli studenti, ma anche tutti i cittadini che vorranno vivere una grande esperienza fatta di conoscenza e di vera festa. La straordinaria cornice sarà quella di una città come Chieti, che potrà offrire, con i suoi tremila anni di affascinante storia fatta di arte e di cultura, innumerevoli occasioni per mostrare l’intimo e profondo legame che c’è tra ricerca scientifica e patrimonio culturale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento