menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima campanella nella scuola più sicura a San Salvo

I lavori, su elaborazione dell’architetto Massimo Scopa, sono durati un anno, durante il quale i bambini sono stati ospitati in via Pertini. Il finanziamento di 494mila e 119 euro è arrivato dal progetto “Scuole sicure” del ministero

Restituita ai bambini la scuola dell’infanzia di via Ripalta di San Salvo, dopo i necessari interventi per la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico. Questa mattina, con la benedizione di don Raimondo Artese, c’è stato il taglio del nastro alla presenza del sindaco Tiziana Magnacca, della dirigente dell’Istituto comprensivo 2 Anna Orsatti, del presidente del consiglio comunale Eugenio Spadano, dell’intera giunta comunale e parte del consiglio.

I lavori, su elaborazione dell’architetto Massimo Scopa, sono durati un anno, durante il quale i bambini sono stati ospitati in via Pertini. Il finanziamento di 494mila e 119 euro è arrivato dal progetto “Scuole sicure” del ministero. 

“I lavori eseguiti in questo edificio – ha detto il sindaco Magnacca – sono la migliore risposta ai tanti dubbi che alcuni avevano sollevato in maniera ingiustificata. Un intervento non semplice, perché abbiamo trovato una situazione diversa rispetto ai rilievi dei tecnici e quindi si è dovuto operare con opere aggiuntive facendo rivedere i costi iniziali. Ma ora a tempo di record abbiamo riaperto questa scuola ed è ben visibile l’intervento eseguito”.

Il sindaco ha ringraziato il settore Lavori Pubblici, in particolare l’assessore Giancarlo Lippis e l’ingegner Franco Masciulli per la tempistica nel realizzare un edificio sicuro, accogliente e funzionale, con la sistemazione che ha visto una corsa contro il tempo per la riapertura di stamane del personale scolastico e comunale. L’ingresso per i bambini è previsto da via Leon Battista Alberti con nuovi spazi esterni a disposizione.

“Ci tengo a evidenziare – ha concluso il sindaco – come risistemando la scuola di via Ripalta abbiamo provveduto a riqualificare questa zona della città anche con l’apertura della palestra che inaugureremo domani a disposizione non solo dei bambini di questa scuola ma anche delle associazioni cittadine”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento