Salute

Qualità delle cure: ecco i progetti migliori premiati dalla Asl

I riconoscimenti degli esperti sono andati al Servizio di Reumatologia - Medicina generale 1 e alla Clinica Ostetrico Ginecologica dell’ospedale di Chieti, ma anche ai progetti della Clinica oncologica e della Residenza protetta “Santiago” di Lanciano

La Asl Lanciano Vasto Chieti questa mattina ha premiato i progetti svolti durante l’anno per migliorare proprio la qualità e la sicurezza dei percorsi assistenziali in occasione del Quality & safety day.

Una giuria di esperti e un’altra giuria delle associazioni di volontariato hanno valutato e premiato quelle che hanno ritenuto le migliori iniziative. I riconoscimenti degli esperti sono andati al Servizio di Reumatologia - Medicina generale 1 e alla Clinica Ostetrico Ginecologica dell’Ospedale di Chieti, rappresentati da Eleonora Celletti, per il progetto “L’ambulatorio reumatologico della gravidanza: il ruolo della collaborazione reumatologo-ginecologo nel miglioramento della salute della mamma e del bambino”; ex aequo ai progetti “Trasformiamo le attese in creatività” della Clinica oncologica di Chieti (il laboratorio artistico per i pazienti ideato dalla psiconcologa Anna Di Profio) e “Dire fare… mangiare!” della Residenza protetta “Santiago” di Lanciano rappresentata da Giovanna Catano; al progetto “Valutazione dell’aderenza e delle attitudini alle vaccinazioni da parte degli operatori sanitari” della Scuola di specializzazione in Igiene e Medicina preventiva dell’Università d’Annunzio di Chieti, rappresentata da Giuseppe Di Martino.

Un encomio è andato al progetto “Terapie odontoiatriche in pazienti non collaboranti in sedazione cosciente e anestesia generale” dell’Odontostomatologia di Lanciano, rappresentata da Leonardo Castrignanò, Gianni Di Girolamo nonché Daniela Albanese dell’Anestesia e rianimazione del “Renzetti”.

Anche la giuria delle associazioni di volontariato ha premiato “Trasformiamo le attese in creatività” della Clinica oncologica.

Una menzione speciale è stata assegnata dagli organizzatori al ginecologo Franco Frondaroli, storico referente qualità e rischio clinico, "per avere contribuito alla crescita di questo ruolo e a diffondere le buone pratiche"

Il direttore dell’unità operativa Qualità accreditamento e rischio clinico, Maria Bernadette Di Sciascio, che organizza la manifestazione, ha riportato i positivi risultati raggiunti in dieci anni di attività dalla Asl, in termini di qualità e sicurezza della cure, grazie all’impegno e alla sinergia tra tutti gli operatori

"La sicurezza delle cure è una priorità e una responsabilità quotidiana che riguarda tutti i professionisti della sanità, a tutti i livelli. Ognuno nel suo ruolo deve agire ed è fondamentale la sinergia che possiamo sviluppare in questo settore con l’Università d’Annunzio e il suo ruolo di ricerca applicata" ha commentato il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità delle cure: ecco i progetti migliori premiati dalla Asl

ChietiToday è in caricamento