Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Salute

Malattie rare, anche in Abruzzo Neuromed lancia la campagna "Donare è raro"

L'iniziativa di informazione e sensibilizzazione, gli esperti incontrano studenti e cittadini anche in Abruzzo

I ricercatori dell'Irccs Neuromed di Pozzilli in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare, che si celebra il 28 febbraio, promuovono iniziative, incontri e approfondimenti.

Quest'anno i componenti del Centro di Neurogenetica e Malattie rare del sistema nervoso e degli organi di senso lanciano l'iniziativa ''Donare è raro''.

Due gli incontri promossi in Abruzzo dall'Istituto di Pozzilli in collaborazione con l'Associazione Onlus SocialFrentanosangro: ieri a Lanciano con Alba di Pardo, specialista in Genetica medica del Centro Malattie Rare dell'Irccs molisano, all'Istituto De Giorgio e nella Sala Polivalente di Via per Fossacesia per il convegno dal titolo "Le malattie rare: un approccio integrato tra ricerca, innovazione e assistenza".

"Sensibilizzare i più giovani - ha commentato la specialista - oggi significa fornire loro gli elementi necessari per affrontare in futuro il fenomeno con maggiore consapevolezza per superare i pregiudizi, combattere la solitudine e l'emarginazione di cui sono spesso vittima i malati rari e promuovere quindi l'accettazione nelle generazioni future''.

Nel mondo sono 7-8 mila quelle individuate, l'80% delle quali di origine genetica.

"Sebbene apparentemente poco comuni - ha spiegato Alba Di Pardo- le malattie rare oggi rappresentano una priorità per la salute pubblica e colpiscono più di 300 milioni di persone in tutto il mondo. Aumentare la conoscenza di queste condizioni è essenziale non solo nell'ambito della ricerca scientifica, ma anche nella consapevolezza della gente. La giusta percezione da parte dei cittadini e il loro livello di informazione sono elementi cruciali per affrontare tutte le problematiche sociosanitarie associate a tali patologie. La nostra iniziativa, rara nel suo genere, nasce dall'esigenza di creare una reale consapevolezza del fenomeno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malattie rare, anche in Abruzzo Neuromed lancia la campagna "Donare è raro"

ChietiToday è in caricamento