menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Diploma del coraggio" per i bimbi in Medicina nucleare

Scintigrafie a misura di bambino, diploma del coraggio, giochi e una guida per pediatri e genitori alla Medicina nucleare di Chieti. Il reparto ha varato un progetto per i baby-pazienti

Un 'diploma del coraggio' per i bimbi da 3 a 6 anni che devono fare la scintigrafia; un vademecum per aiutare i pediatri a rispondere alle domande dei piccoli che stanno 
per sottoporsi all'esame e dei loro genitori; una guida sintetica su come comportarsi al rientro a casa dopo l'accertamento. Sono alcune delle iniziative per l'umanizzazione delle procedure diagnostiche che la Medicina nucleare dell'ospedale di Chieti, diretta da Gianluigi Martino, ha inserito in un progetto che sarà presentato mercoledì 19 dicembre in occasione del 'Quality & safety Day' dell'Asl 2 abruzzese,in programma nell'Auditorium del Rettorato dell'università teatina dalle 8 alle 14.

 "Oltre a rendere più semplici e comprensibili le modalità di informazione - spiega Martino - ci siamo impegnati per realizzare ambienti a misura di bambino e per migliorare l'accoglienza. Oltre al diploma del coraggio, ad alcuni bambini lasciamo anche portare a casa il giocattolino che diamo loro nell'attesa di eseguire la scintigrafia, magari con la promessa di riportarci un loro oggettino al momento del ritiro della risposta. Finora abbiamo consegnato 102 guide ai genitori e raccolto oltre 150 schede di gradimento da parte 
dei genitori. I medici forniscono anche telefonicamente informazioni ai genitori, rispondendo a tutte le loro domande".

Al progetto hanno collaborato la Clinica pediatrica, la Neonatologia e terapia intensiva neonatale e la Pediatria a indirizzo reumatologico di Chieti, nonché la Chirurgia pediatrica di Pescara e la segreteria della Federazione italiana medici pediatri-Fimp della provincia di Chieti.

"Tutti gli esami scintigrafici pediatrici - evidenzia l'Asl teatina - sono refertati entro un massimo di 7 giorni, eseguiti possibilmente nelle date richieste dai genitori e comunque non oltre i 20 giorni dalla prenotazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento