menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bombole di ossigeno, l'appello ai cittadini "Riportate quelle inutilizzate in farmacia"

L'appello di Federfarma anche in Abruzzo, una delle regioni più in difficoltà di reperimento di bombole di ossigeno per le cure domiciliari di pazienti affetti da patologie respiratorie o connesse al Covid-19

"Se hai a casa bombole di ossigeno che non usi, riportale in farmacia". È l'appello rivolto ai cittadini dalle oltre 18mila farmacie aderenti a Federfarma, a seguito di un monitoraggio che ha rilevato alcune difficoltà di reperimento di bombole di ossigeno per le cure domiciliari di pazienti affetti da patologie respiratorie o connesse al Covid-19 in particolare in Abruzzo, Basilicata, Campania, Liguria, Valle d'Aosta e alcune zone del Piemonte e della Sicilia.

Le bombole riconsegnate in farmacia, come previsto dall'Aifa, potranno essere sanificate e riempite di ossigeno terapeutico per un nuovo utilizzo. "La restituzione delle bombole di ossigeno in farmacia è necessaria per garantire la disponibilità di ossigeno terapeutico a tutti i malati affetti da patologie respiratorie o colpiti da Covid-19 - si legge in un comunicato Federfarma - Le farmacie sono, come sempre, pronte ad andare incontro alle esigenze dei pazienti e dei loro familiari anche sul fronte delle cure domiciliari e a tal fine hanno dato la più ampia disponibilità a collaborare con l'Aifa per agevolare l'accesso ad un farmaco salvavita, qual e' l'ossigeno terapeutico. L'Aifa stessa, in collaborazione con Federfarma e Assogastecnici, sta predisponendo attività di comunicazione per sensibilizzare la popolazione sul tema”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento