menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costa (Fi) e Zappalorto (Pd) eletti rappresentanti della Asp della Provincia

Il consigliere di Forza Italia ha avuto la meglio su Melideo (Ncd). Il consiglio comunale ha approvato anche la mozione sulla riqualificazione dopo i lavori per l'elettrodotto

Il consiglio comunale vota i rappresentanti del Comune di Chieti nell’assemblea dei portatori di interesse della Asp numero 1 della Provincia di Chieti, che risultano essere Stefano Costa (Forza Italia), con 10 voti e Chiara Zappalorto (Partito Democratico), con 5. Non ce l’ha fatta il consigliere di Ncd Roberto Melideo

L’azienda pubblica di servizi alla persona comprende anche gli Istituti riuniti San Giovanni Battista, protagonisti nei mesi scorsi di un’accesa battaglia dei dipendenti per avere diritto allo stipendio. 

L’elezione di questa mattina (lunedì 6 giugno), però, ha portato qualche strascico di polemiche. Prima del voto, i consiglieri di opposizione Enrico Raimondi (L’Altra Chieti), Ottavio Argenio e Manuela D’Arcangelo (Movimento 5 stelle) avevano presentato un emendamento alla proposta di delibera, con l’obiettivo di emanare un avviso pubblico per selezionare i rappresentanti del Comune nella Asp. La proposta, però, è stata respinta. 

“Anche grazie all’astensione del Partito Democratico - accusa Raimondi - ad eccezione del consigliere Marzoli e delle altre liste civiche di opposizione riconducibili al Pd. Il Partito Democratico - incalza - si è prestato all'inciucio per far eleggere il proprio segretario provinciale nell'azienda e garantire continuità politica con la Regione Abruzzo. Ancora una volta il Pd ha perso l'occasione per fare gli interessi della città anziché di quelli di partito. Avrebbe potuto, infatti, chiedere insieme a me trasparenza e partecipazione popolare, ma ha preferito inciuciare con Forza Italia alla quale ha portato voti per evitare che la maggioranza esprimesse il candidato del partito del sindaco, Roberto Melideo. Una doppia sconfitta oggi. Per Di Primio e il suo partito e per la Città”. Raimondi e i 5 stelle si sono astenuti dal voto. 

Nella seduta di oggi è stata anche approvata la mozione dei consiglieri Diego Costantini (Gruppo misto) e Clara Ricciardi (Udc), che impegna sindaco e giunta a realizzare su Brecciarola un progetto di riqualificazione territoriale a titolo compensativo degli impatti ambientali provocati dalla realizzazione del nuovo elettrodotto a 380 Kv in doppia terna Gissi-Villanova

“Una responsabilità importante per Chieti e per il quartiere di Brecciarola che, in qualche modo, vedrà alterato il proprio aspetto ambientale dal passaggio di un’opera impattante sul territorio”, spiegano i consiglieri. 

“Al fine di evitare qualsiasi controversia derivante dall’applicazione della convenzione stipulata tra Abruzzoenergia Spa, Terna Spa e Comune di Chieti per la realizzazione del nuovo elettrodotto – ha commentato la consigliera Ricciardi – insieme al collega Costantini ho presentato una mozione il cui obiettivo è la tutela del territorio di Brecciarola, già fortemente penalizzato dalla presenza della discarica di Casoni. L’elettrodotto, opera pubblica di carattere nazionale, rappresenterà infatti un ulteriore elemento di disagio per la popolazione locale, ecco perché l’impegno chiesto al sindaco e alla giunta garantirà la realizzazione di opere fondamentali per il riequilibrio territoriale. Ciò che chiediamo – e in tal senso è stato assunto il massimo impegno da parte dell’amministrazione – è che i proventi dell’operazione, come è giusto che sia, vengano utilizzati per la realizzazione di opere per il territorio di Brecciarola”.  

Costantini ha puntato il dito contro i voti contrari e l’astensione di 5 stelle e Pd. “Nelle prossime settimane – ha dichiarato – poiché l’interesse per l’argomento non si esaurisce con la mozione odierna ma prosegue con dedizione, dopo aver ascoltato i cittadini del quartiere di Brecciarola provvederemo a supportare la Giunta con la stesura di un elenco di opere di riqualificazione che dovranno essere realizzate per compensare l’impatto ambientale derivante dalla realizzazione del nuovo elettrodotto Gissi-Villanova”. 

        

        

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento