Politica Ortona

Troppe vittime sul lavoro in Abruzzo: un'interrogazione per conoscere le iniziative del governo per la sicurezza

A presentarla è l'onorevole teatina Daniela Torto. Venerdì mattina a Ortona l'ultimo drammatico incidente costato la vita a un uomo di 48 anni

"Mark, Franco,  Ibrahima, Dino,  Antonio, Roberto e ora Massimo. Non sono solo nomi, non sono numeri, sono persone che non ci sono più. Che hanno salutato le loro famiglie una mattina per recarsi al lavoro e che non sono più tornate. È il triste elenco di persone che solo negli ultimi giorni in Abruzzo sono morti sul lavoro" a parlare è la parlamentare M5S Daniela Torto all'indomani dell'ultima tragedia sul luogo di lavoro, a Ortona, dove ha perso la vita Massimo Carbonetti, 48 anni di Atessa, lavoratore di una ditta di trasporti, schiacciato tra il rimorchio e la motrice di un camion. 

"La sicurezza deve diventare la priorità. Non è pensabile vivere con l'incubo che un padre, una madre, un figlio possano uscire di casa per guadagnarsi la giornata e non rientrare mai più. La politica deve dare certezze ai cittadini su questo fronte. E lo stesso vale per quel che riguarda gli infortuni. Il solo rischio che si torni a casa, dopo una giornata di lavoro, mutilati o invalidi come si fosse vittime di una guerra è assurdo nel 2023. Senza dimenticare le malattie sul lavoro che purtroppo si registrano con costante crescita. Non si può,  non si deve, restare indifferenti a tutto questo" afferma Torto annunciando che presenterà un'interrogazione parlamentare "su tutti gli episodi che negli ultimi mesi sono entrati in questo infausto bollettino in Abruzzo e per chiedere quali iniziative il Governo sta mettendo in campo per la sicurezza sui luoghi di lavoro".

E conclude: "Siamo alla vigilia di una fase di grande cantierizzazione dell’Italia grazie ai fondi del Pnrr: bisogna essere ancora più severi ed attenti perchè la sicurezza sul lavoro potrebbe passare in secondo piano in quanto l’attenzione è tutta focalizzata sulla tempistica di realizzazioni delle opere in programma. Una nazione che tutela l’interesse del cittadino deve essere in grado di coniugare tutela del lavoro, interesse pubblico e realizzazione dei progetti. Non si può morire di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppe vittime sul lavoro in Abruzzo: un'interrogazione per conoscere le iniziative del governo per la sicurezza
ChietiToday è in caricamento