Politica

Matteo Renzi a Chieti: "Basta coi soliti noti"

Il Supercinema gremito ieri sera ha accolto il candidato di centrosinistra, che ha parlato di rottamazione, anche dei vertici del suo partito

Alla fine, nonostante l'abbondante ritardo con cui è arrivato al Supercinema, Matteo Renzi ha convinto anche Chieti. Quasi tutte occupate ieri sera le poltrone dell'auditorium, dove il candidato alle primarie del centrosinistra è stato accolto dal coordinatore del comitato a sostegno Alessandro Marzoli e con lo slogan "Matteo Renzi Mò", traduzione dialettale del "Matteo Renzi Adesso" della campagna elettorale.

Il sindaco rottamatore ha detto basta ai politici "che si considerano profeti unti dal signore. Rottamare non vuol dire fare a meno dell'esperienza di chi ha i capelli bianchi - ha aggiunto - ma è necessario uscire da questo circuito per cui in Parlamento devono esserci i soliti noti e alla guida dei partiti le solite facce. Quindi lasciare spazio anche ad altri".

Quanto al suo partito, ha ammesso che gente in sella da 30 anni esiste anche nel Pd: "L’unico modo per mandarli a casa è votare per me", poi, riferendosi a chi ha proposto una lista civica per Mario Monti, l'ha ribattezzata ironicamente "lista cinica". "Se perderò darò una mano a chi è vicino a Bersani".

Renzi, nel suo tour abruzzese ieri, oltre a Chieti ha incontrato i cittadini a Sulmona, Teramo e Pescara.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo Renzi a Chieti: "Basta coi soliti noti"

ChietiToday è in caricamento