menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La Cardiologia non si può visitare" e volano parole grosse tra Schael e Smargiassi

L'accusa del consigliere del Movimento 5 stelle contro il manager della Asl Schael, che a suo dire avrebbe limitato la visita ispettiva della commissione Sanità

"Il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Thomas Schael impedisce l’accesso nel reparto di Cardiologia ai commissari della V commissione Sanità di Regione Abruzzo, in visita al San Pio di Vasto".

L'accusa arriva dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle Pietro Smargiassi, che accusa il manager di essere reso di "una limitazione del ruolo di sindacato ispettivo dei consiglieri regionali". Era stato proprio il politico vastese a chiedere di visitare quel reparto e da lì è nato un duro scontro, come racconta lui stesso.

"I toni si sono alzati e il dirigente Schael - dice - si è addirittura posizionato fisicamente davanti alla porta per impedire l’accesso ai consiglieri regionali. È inaccettabile che il direttore nominato dalla politica impedisca a una commissione consiliare di ispezionare una o più parti dell’ospedale. Non siamo andati a fare una gita domenicale, ma a verificare le condizioni di un ospedale, strategico per la città di Vasto e per tutto il territorio. È nostro diritto esaminare ogni luogo ed evidenziare le criticità per poter chiedere soluzioni alla giunta. Ha limitato il nostro margine di azione pur non avendone alcun diritto – incalza Smargiassi - Cosa temeva il direttore? Forse che l’intera commissione si rendesse conto che quel che ho sempre denunciato in quel reparto corrisponde alla realtà? Che i locali sono inadeguati, gli impianti eletttici buttati a terra, evidentemente non a norma, i servizi igienici impraticabili per un paziente in carrozzina? Oggi ci siamo trovati davanti a un atteggiamento inaccettabile che evidenzia ancora una volta quanto il direttore Schael non abbia ben chiaro il limite tra il ruolo politico e quello del direttore di una Asl”.

Smargiassi annuncia provvedimenti per quanto accaduto questa mattina. Nel corso della visita, la commissione ha riscontrato altre criticità.

"Il sopralluogo ai crolli del 3° e 4° piano, ovvero in quello che era il punto nascita oggi interdetto - dice - ci ha permesso di valutare visivamente un danno importante per cui da tempo chiedo di intervenire, e mi auguro che questa giunta si attivi il prima possibile. Inoltre abbiamo avuto modo di visitare il reparto Dialisi, collocato al fianco dei locali cucina, che manca ancora di stanze destinate al laboratorio. Ho proposto una soluzione semplicissima, poiché visionando i locali e la loro disposizione salta subito all’occhio che basterebbe invertire la disposizione degli ambienti per avere uno spazio destinato alla cucina e uno ai laboratori, rendendo il reparto Dialisi completo di quanto necessario. Una soluzione accolta trasversalmente e per cui la direzione si è impegnata a verificarne la fattibilità”, conclude Smargiassi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento