La proposta: "I ricavi della vendita del parcheggio di Megalò vadano a Brecciarola e Santa Filomena"

Giustizia Sociale insiste nel voler dare il giusto rilievo ai quartieri periferici della città, che da tanto tempo attendo gli interventi del Comune. La vendita dell'area parcheggio del centro commerciale frutterà alle casse comunali più di un milione

Dopo l'approvazione della delibera di vendita del Comune di Chieti dell’area centro commerciale Megalò adibita a parcheggi a pagamento, le casse comunali attendono una boccata di ossigeno da un milione e 298 mila euro e c’è già chi  ha le idee chiare su come impiegare il ricavo.

Giustizia Sociale propone all’amministrazione di pensare infatti alla riqualificazione delle periferie: nello specifico dei quartieri adiacenti il centro commerciale Megalò, ovvero Santa Filomena, Brecciarola e Bivio Brecciarola, che da più di tre anni sono in attesa dell’inizio dei lavori per un importo di 300 mila euro che il capogruppo di Giustizia Sociale, Bruno Di Paolo, attraverso un’apposita mozione approvata dal Consiglio Comunale nel 2016 aveva fatto destinare con apposito capitolo di bilancio al “miglioramento viario di Bivio Brecciarola”. 

Secondo il segretario cittadino di Giustizia Sociale e rappresentante del Comitato Il Bivio, Andrea Iezzi, “prima che questi fondi trovino altra collocazione e vengano utilizzati per altro, sarebbe opportuno che l’amministrazione comunale pensasse alla riqualificazione di via per Popoli al Bivio Brecciarola, compreso il rifacimento del manto stradale del tratto centro abitato, la sostituzione dell’illuminazione pubblica vetusta e insufficiente e al rifacimento dei marciapiedi. Ma anche alla riqualificazione di via Liri nel quartiere Santa Filomena dove il manto stradale è distrutto dai mezzi pesanti diretti alla Deco e alla messa in sicurezza dei guardrail distrutti e all’attivazione della centralina di monitoraggio dell’aria all’interno del manufatto abbandonato di Contrada Casoni".

E ci sarebbe anche da ripristinare il sottopasso ferroviario di via Vomano di Brecciarola "che da troppi anni rappresenta un disagio enorme per gli abitanti della zona costretti a percorrere, specialmente nelle ore pomeridiane, quasi 2 chilometri di strada semibuia e pericolosa quando potrebbero facilmente giungere alla fermata degli autobus distante solo 100 metri passando in tutta sicurezza per il sottopassaggio. I cittadini delle frazioni di Bivio Brecciarola, Brecciarola e Santa Filomena  - conclude Iezzi - stanno pazientemente aspettando un gesto da parte dell’amministrazione a dimostrazione che nella città di Chieti non esistono cittadini di serie A e di serie B”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba di dieci mesi rischia di soffocare al centro commerciale: salvata da un infermiere

  • La simpatia di Alessandra da Chieti conquista la puntata di Avanti un altro

  • Sentenza storica per gli ex militari transitati all'impiego civile: accolta la tesi del legale teatino Pierluigi Abrugiati

  • Tragico incidente: auto finisce in un fosso a pochi metri dalla cerimonia per Rigopiano, morta una donna di Chieti

  • Trova i ladri in camera da letto mentre gioca alla Play: paura in casa a Vasto Marina

  • Cane investito e ucciso in pieno centro nell'indifferenza, la rabbia dei padroni: "Il responsabile deve pagare"

Torna su
ChietiToday è in caricamento