Politica

La farmacia di Filippone torna in consiglio: lunedì si decide sulla vendita

Modificata la delibera bocciata il 7 novembre, ora tutto si gioca sui numeri, per far rientrare la crisi di maggioranza e dare seguito alle misure previste dall'amministrazione Di Primio

Immagine di repertorio

La contestata vendita della farmacia comunale di Filippone torna in consiglio lunedì, come unico punto all'ordine del giorno. La data è stata decisa ieri dalla conferenza dei capigruppo. Qualora non dovesse esserci il numero legale, la seduta sarà aggiornata in seconda convocazione, venerdì 30 novembre. 

La delibera, oggi al vaglio della commissione Bilancio, è stata modificata rispetto a quella bocciata dall'assise civica lo scorso 7 novembre, causando una pesante frattura in maggioranza. 

Sono poche le differenze fra il documento respinto dal consiglio e quello che invece verrà discusso lunedì. La vecchia proposta di delibera prevedeva che restassero esclusi dalla vendita

i locali sede della farmacia, i beni strumentali materiali, le rimanenze di merci e prodotti in quanto proprietà dell’Azienda Speciale Multiservizi e non del Comune, eventuali cessioni e/o locazioni di detti beni immobili, merci e prodotti andranno concordati direttamente con l’Azienda proprietaria.

Oggi, questa parte non c'è. Confermata la base d’asta di 1 milione e 300mila euro, con rialzi minimi di 50mila, mentre slitta di 10 giorni il pagamento, dal 20 al 30 dicembre.

Viene completamente eliminato

l’obbligo di mantenimento della gestione della farmacia, seppur in differenti locali, nell’ambito della sede farmaceutica numero 1>. Dunque, chi dovesse acquisire l’autorizzazione della farmacia, potrebbe ipoteticamente spostarla in un altro luogo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La farmacia di Filippone torna in consiglio: lunedì si decide sulla vendita

ChietiToday è in caricamento