menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vasto: Tari 2019, il M5S promuove un ricorso dei cittadini al TAR

Parte oggi la raccolta firme in piazza Rossetti

Una racccolta firme da presentare al Tar regionale  per difendere i diritti dei cittadini. Queste le parole del Movimento 5 Stelle di Vasto che attacca l'amministrazione comunale sulla questione rifiuti.


La conseguenza più eclatante dell’erroneo operato di quest’Amministrazione di centrosinistra è la mancata riduzione della TARI che avrebbe dovuto necessariamente derivare dalla riduzione del canone annuo Pulchra di circa 300.000 euro, ottenuta, seppure come magra consolazione, a seguito della svendita della quota comunale del 51% in favore della SAPI.
La TARI che doveva essere ridotta di 300.000 euro è stata invece aumentata di 100.000 euro senza alcuna plausibile giustificazione, e quindi è stata sottratta ai cittadini la non trascurabile cifra di 400.000 euro.
Ciò senza considerare altre gravi carenze del PEF 2019, tra le quali ci limitiamo a segnalare la mancata detrazione dei costi dovuta al recupero di evasione della TARI.
Il Comune ha recuperato negli ultimi due anni circa 300.000 euro dagli evasori TARI, ma ha omesso di considerare questi importi a detrazione dei costi previsti dal PEF, danneggiando così i cittadini che hanno pagato regolarmente la TARI.
IL PEF 2019 quindi non soddisfa i criteri di veridicità e trasparenza richiesti dalla legge e costringe i cittadini a pagare per la TARI un importo non dovuto di circa 700.000 euro.
In Consiglio comunale la nostra portavoce Dina Carinci ha cercato inutilmente di dissuadere la maggioranza dall’ approvare il PEF, chiedendo di apportare le modifiche previste dalla legge.

A questo punto i pentastellati passano al contrattacco.


Di fronte all’indifferenza dell’Amministrazione, ai cittadini non resta che difendere i propri diritti con un ricorso al TAR Regionale.
I cittadini soggetti a tassazione TARI da parte del Comune di Vasto, muniti di codice fiscale, sono invitati ad apporre la firma di delega legale per il ricorso che dovrà essere presentato al più presto.
Le firme saranno raccolte dall’9 al 23 maggio presso l’Infopoint M5S di Piazza Rossetti, tutti i giorni, dalle ore 16 alle ore 20.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento