rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

Piano vaccinale, la Sinistra con Diego: “Asl e Regione sacrificano i pazienti cronici”

I consiglieri comunali teatini Raimondi, Giannini e Di Primio accusano la Regione di aver combinato l’”ennesimo disastro” e di non aver messo a punto un piano vaccinale chiaro

“Apprendiamo con rinnovato stupore che l’hospice di Torrevecchia Teatina, un servizio per la degenza di malati in fase terminale e per l'assistenza domiciliare ad oggi garantita, dopo essere stato chiuso fino a pochi giorni fa ora è diventato un centro vaccinazioni anti-Covid. Il tutto, a dispetto dei chiarimenti in merito che già l’Unione sindacale di base aveva richiesto alla direzione della Asl chietina lo scorso 25 febbraio”. A denunciarlo sono i consiglieri comunali de La Sinistra con Diego Edoardo Raimondi, Alberta Giannini e Silvio Di Primio che accusa la Regione di aver combinato l’”ennesimo disastro” e di non aver messo a punto un piano vaccinale chiaro.

“L’inesistenza di un vero programma sanitario efficace - continuano i consiglieri - sta distruggendo reparti, hospice e presidi per la cura e per l'assistenza di malati gravi e cronici su tutto il territorio provinciale. Invece di utilizzare strutture Asl di Chieti completamente vuote per riorganizzare servizi e garantire tempestivamente i vaccini, la direzione sanitaria regionale a targa Marsilio continua in un’operazione poco trasparente e quantomeno sprovveduta".

Raimondi, Gianni e Di Primio chiedono di non speculare sulla pelle delle persone: “I vaccini vanno garantiti tanto quanto le cure per i pazienti cronici” ricordando che “l'amministrazione Ferrara, nonostante le mille difficoltà e le paventate chiusure di dialogo, sta facendo la sua parte quotidianamente, avendo individuato ulteriori sedi disponibili per i vaccini senza sacrificare i pazienti dei reparti”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano vaccinale, la Sinistra con Diego: “Asl e Regione sacrificano i pazienti cronici”

ChietiToday è in caricamento