menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccinazioni a San Vito Chietino, Taglieri denuncia "disorganizzazione e rischio assembramenti"

Il consigliere regionale M5S e vicepresidente della commissione Sanità segnala disagi e invoca l'intervento di Asl e Regione

Anziani lasciati fuori, rischio assembramenti e disagi durante le vaccinazioni al poliambulatorio di San Vito Chietino. A denunciarlo è il consigliere regionale M5S e vicepresidente della commissione Sanità Francesco Taglieri, che accusa Asl 02 Lanciano-Vasto-Chieti e la giunta regionale di centrodestra di disorganizzazione nella campagna vaccinale. 

“Nella giornata di martedì – riferisce - al poliambulatorio di San Vito, si sono viste scene inaccettabili, con decine di cittadini con più di ottanta anni lasciate in attesa del vaccino anti Covid all'esterno della struttura per la mancanza di spazi adeguati. Una scelta che ha creato disagi enormi agli avventori e che comunque non ha evitato il rischio della creazione di assembramenti”.

Taglieri entra nel dettaglio: “Martedì si è toccato l'apice della disorganizzazione. A  partire dall'orario di convocazione: invece di fare un piano preciso per lasciare il minor tempo possibile le persone nel distretto, sono stati tutti convocati alla solita ora, favorendo inevitabilmente la possibile formazione di assembramenti in attesa delle somministrazioni. Uno scenario perfetto per incrementare il rischio di contagio nel caso in cui ci fosse stato qualche positivo presente all'appuntamento. Invece di allestire postazioni adeguate in strutture organizzate – aggiunge - facendosi sostenere anche dalle associazioni o dalla protezione civile per rendere la vaccinazione il più confortevole possibile, questi cittadini ultra ottantenni vengono abbandonati al proprio destino e lasciati all'esterno delle strutture con qualsiasi condizione atmosferica, anche sotto alla pioggia come accaduto martedì. Oltre al danno, alcune persone hanno rischiato perfino la beffa nel momento in cui è stato necessario fare i conteggi delle dosi per avere la certezza di poter vaccinare tutti i presenti”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento