Politica

Udc: ordine del giorno su fondo di solidarietà

L'odg del consigliere comunale Mario De Lio sull'istituzione di un Fondo di solidarietà, che verrà discusso nel Consiglio Comunale del 18 novembre

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

  Premesso:

  • che  la crisi congiunturale,  latente sul territorio di Chieti, sta assumendo contorni inquietanti per interi nuclei famigliari, i cui singoli componenti hanno già perso o rischiano di perdere il posto di lavoro, mettendo a repentaglio il bilancio famigliare di per sé gravato da mutui, tasse e spese inderogabili;
  • che la perdita di reddito ed il conseguente bisogno di assistenza a vari livelli

ricadono inevitabilmente sull'Ente locale e sulle politiche che lo stesso deve attuare per rispondere ai nuovi bisogni;

  • che, in tal senso, appare  oggi, insufficiente l’attuazione di politiche di sostegno socio economico al rilevante numero di famiglie indigenti che quotidianamente affliggono la nostra città e che rilevano un disagio sociale ed economico verso il quale occorre necessariamente ed al più presto porre rimedio.

 Considerato:

  • che con perseveranza bisogna percorrere tutte le strade utili per contribuire ad ovviare a questa triste problematica;

 

  • che in diversi Comuni sul territorio nazionale è diventata prassi comune l'istituzione di                   un Fondo di Solidarietà;
  • che questa soluzione calzerebbe a pennello sulla situazione nella quale è coinvolta la nostra città, destinanando così il fondo di solidarietà  ai ceti sociali  che necessitano di sostegno  per mandare avanti la famiglia con quella dignità che mai deve mancare;

Preso Atto:

  • che il gettone di presenza costituisce un diritto perfetto in capo ai singoli Consiglieri Comunali, i quali solo individualmente hanno la facoltà di rinunciare al predetto diritto, chiedendo di devolvere la relativa spesa per altre finalità;
  • che  in precedenza,  nei Consigli comunali dove vi è stata mancanza del numero legale diversi  Consiglieri  hanno sottoscritto la rinuncia alla renumerazione e che in svariate occasioni, sia di Commissioni che di Consigli comunali,vi è stata la comunicazione di un Consigliere per  rinunciare  a tale  compenso;
  • che in data 20 Giugno 2011 il Consiglio comunale  ha approvato un O.D.G. del Consigliere E.Bucci sulla rinuncia del gettone in occasione di Consiglio Comunale convocato in seduta solenne;

 Tenuto presente :

  • che il fondo di solidarietà potrebbe essere inizialmente costituito dalla  espressa  richiesta di devoluzione nel fondo di tali rinunce e successivamente alimentato ed incrementato:
  • da contributi sociali, donazioni, risparmi amministrativi della gestione comunale e dalla formula del 5 x 1000;
  • da offerte di aziende e/o imprenditori presenti sul territorio chietino;
  • dalle liberalità di quanti, comunità cristiane, persone fisiche, enti pubblici e privati,che desiderano condividere questa esperienza di solidarietà;

 Ritenuto  :

  • che la povertà, non è né di destra, né di sinistra, ma è un disagio che affligge il nostro comune e che va combattuto con tutte le nostre forze;
  • che  anche la politica può e deve fare la sua parte,  pur rimanendo ognuno, sulle proprie rispettabilissime posizioni;
  • che diverrebbe  segnale tangibile,seppur minimo, della reale vicinanza del Consiglio comunale alle ingenti problematiche quotidiane che loro malgrado e per vari motivi, alcuni dei nostri concittadini si trovano a dover affrontare;
  • che i cittadini  hanno bisogno di un segnale univoco;
  •  Che è essenziale convergere in una serie d’iniziative in questo senso e promuovere  conseguenti scelte culturali  e di solidarietà concreta;

                                                               INVITANO:

 IL  SINDACO 

  •  Ad individuare  apposito capitolo  nel bilancio comunale per l’istituzione di un Fondo di Solidarietà da utilizzare, con criteri e modalità da determinare ( in apposita commissione), a sostegno delle famiglie con accertata condizione di indigenza al fine di attenuare i disagi e le difficoltà quotidiane in cui esse versano soprattutto dal punto di vista economico. 

  IL PRESIDENTE DEL  CONSIGLIO COMUNALE

  • Per quanto proposto ad impegnarsi nella creazione di una campagna informativa a

sostegno del Fondo di Solidarietà  e nell'opera di sensibilizzazione nei confronti dei privati

(soggetti alla compilazione del modello 730),delle  aziende e  dei professionisti di ogni settore

(soggetti alla compilazione del modello Unico)”.

                                                                                                I Consiglieri comunali

                                                                                             De Lio Mario

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udc: ordine del giorno su fondo di solidarietà

ChietiToday è in caricamento