rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Tutela malati oncologici e famiglie, la proposta di legge del M5S

Pettinari: "Una mossa che allevierebbe la cura dei malati oncologici e sopperirebbe ad una grave mancanza da parte del governo centrale che, come di consuetudine, sminuisce la dignità del malato in favore o a tutela del tornaconto economico"

Il Movimento Cinque Stelle Abruzzo propone una legge a tutela delle  famiglie con a carico un malato oncologico o soggetto trapiantato. La proposta, spiegano dal Movimento, nasce dalla necessità di reintrodurre i rimborsi per i malati oncologici e trapiantati, spesso costretti a rinunciare alle cure o all’assistenza necessaria dei propri cari per motivi economici.

"Il Movimento Cinque Stelle Abruzzo, - si legge in una nota del M5S -  intende superare il ricorso presentato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed eventuali ulteriori conflitti, che potrebbero scaturire dal commissariamento della sanita' abruzzese prevedendo l'abrogazione del Capo I della legge regionale n. 32/2014 in materia di "Provvidenze sociali a favore dei malati oncologici e dei soggetti trapiantati" e, contestualmente, vorrebbe istituire un nuovo fondo sociale a sostegno delle famiglie con a carico un malato oncologico o trapiantato, con il fine di rimborsare le stesse delle spese sostenute per sottoporre il proprio familiare alle cure necessarie prescritte, prevedendo la competenza della gestione di tale fondo in capo all'assessorato regionale alle Politiche Sociali".

“Una mossa quella proposta dal Movimento Cinque Stelle che allevierebbe la cura dei malati oncologici” spiega Domenico Pettinari primo firmatario “e  sopperirebbe ad una grave mancanza da parte del governo centrale che, come di consuetudine, sminuisce la dignità del malato in favore o a tutela del tornaconto economico”.

Sei gli articoli di cui si compone: l'articolo 1 istituisce il fondo e stabilisce le tipologie di spesa rimborsabili e chi ne ha diritto, l'articolo 2 stabilisce le modalità di accesso e i tempi di erogazione, l'articolo 3 detta le modalità di determinazione da parte della Giunta regionale del fondo, l'articolo 4 prevede l'abrogazione del Capo I della legge n. 32/2014 e, contestualmente, una clausola di salvaguardia per tutte quelle domande presentate ai sensi della stessa, l'articolo 5 detta le modalità di stanziamento degli oneri necessari per costituire il fondo per l'anno in corso 2014, l'articolo 6, infine, detta i tempi di entrata in vigore.

Oltre a Pettinari, hanno firmato Sara Marcozzi, Pietro Smargiassi, Riccardo Mercante e Gianluca Ranieri

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela malati oncologici e famiglie, la proposta di legge del M5S

ChietiToday è in caricamento