Turista ferito, ma non c'è l'ambulanza: Smargiassi (5 stelle) chiede di usare quella donata dal gruppo

"Bisogna garantire sicurezza e interventi per l’emergenza urgenza dove più serve", tuona il consigliere regionale

"L’ambulanza donata dal M5S alla Asl 2 di Lanciano Vasto Chieti deve prestare servizio, nei mesi estivi, nel territorio di San Salvo. Bisogna garantire sicurezza e interventi per l’emergenza urgenza dove più serve". 

L'invito arriva dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle, Pietro Smargiassi, che taccia come "inaccettabile" la mancanza di ambulanza in occasione del ferimento di un turista al lido La Caravella di San Salvo. 

"Sappiamo - dice - che l’ambulanza donata dal Movimento 5 stelle è scarsamente utilizzata e relegata in un presidio minore. Ma nei mesi estivi la popolazione si concentra sulla costa e San Salvo, subito dopo la città di Vasto, è il comune con più presenza turistica. Il turismo è in continua crescita e più che mai in questa estate segnata dall’emergenza covid, dove molti turisti scelgono di rimanere in Italia, la costa teatina dovrebbe offrire tutti i servizi necessari a chi decide di trascorrere le ferie qui da noi. Invece, ci troviamo con una guardia medica che non riesce da sola a sopperire le visite ordinarie e in totale carenza di mezzi per l’emergenza urgenza. Come se non bastasse il comune sorge nel tratto di SS16 tra i più trafficati della costa a causa della prossimità della Strada Statale  650 Fondo Valle Trigno, che collega il versante adriatico a quello tirrenico, tristemente nota per l’alto numero di incidenti, anche mortali. In un quadro del genere l’assenza di un’ambulanza in questi mesi è davvero inconcepibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una buona gestione della dotazione Asl - incalza - dovrebbe prevedere l’ottimizzazione delle risorse in base alle necessità del territorio. Le Istituzioni non devono garantire solo i servizi legati all’intrattenimento ma anche, e a mio avviso soprattutto, quelli legati alla sicurezza sanitaria. È un’estate particolare dove la salute dei cittadini è minata da tanti fattori, cosa si aspetta ad attivare un servizio 118 nel comune? Mi stupisce che alcuni sindaci davanti a problemi tanto gravi quanto urgenti, perdano improvvisamente la loro rinomata loquacità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Il Comune di Atessa assume 5 impiegati a tempo indeterminato: bando e scadenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento