menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quando si trasferirà l'università a Palazzetto Veneziani? Una mozione chiede di accelerare i tempi

I consiglieri Costa, Di Iorio e Riccardo fanno il punto sul progetto avviato quasi due anni fa e rimasto incompleto

Che fine ha fatto il progetto di portare l'università d'Annunzio a palazzetto Veneziani, già sede di Confindustria?

Lo chiedono in una mozione i consiglieri comunali Stefano Costa (Forza Chieti), Bruno Di Iorio (Di Iorio sindaco) e Giampiero Riccardo (Chieti Viva), che ripercorrono la storia del prestigioso edificio nel cuore del centro storico teatino. 

L'edificio di larghetto Teatro vecchio, rimasto vuoto dopo la fusione dell'associazione degli industriali con la sezione pescarese, è stato acquistato a maggio 2019 dall'università, con l'obiettivo di trasferirvi alcuni uffici dell'amministrazione centrale e quelli dell'ateneo telematico Da Vinci. 

A ottobre dello stesso anno ci fu l'inaugurazione ufficiale, a cui sarebbero dovuti seguire i lavori per adeguare la struttura. Ma, da allora, lamentano i consiglieri di minoranza, è tutto fermo. 

"Il rettore Sergio Caputi - ricorda Costa - disse che la d'Annunzio dove restituire qualcosa alla città e si parlò di un investimento di 1 milione e mezzo per far tornare l'ateneo in centro. La notizia fu accolta con entusiasmo, ma ora che fine ha fatto?". 

"Oggi - aggiunge il consigliere - palazzetto Veneziani è un edifficio abbandonato: dispiace vedere questo palazzo storico completmaente abbandonato".

Nella mozione, i consiglieri impegnano sindaco e giunta "a chiedere al magnifico rettore le ragioni di questo ritardo e reclamare il trasferimento definitivo dell'università telematica Leonardo Da Vinci e gli uffici amministrativi centrali quanto prima". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento