rotate-mobile
Politica

Su Teateservizi arriva il "fuoco amico" dell'assessore Stella: "Preoccupato per la lentezza, si avvii subito la riscossione"

La sua preoccupazione era già stata esplicitata in una mail indirizzata al sindaco Ferrara lo scorso febbraio, dopo la sentenza di fallimento della società partecipata Teateservizi, che si occupava dell'importante servizio per conto dell'ente

Arriva dall'interno della giunta comunale la "sveglia" sulla riscossione per il Comune di Chieti. È infatti l'assessore alla Sanità Fabio Stella, in quota Movimento 5 stelle, a lanciare un monito: “Non è più il momento di attendere sul tema della riscossione, ma di prendere decisioni". Una preoccupazione, la sua, già esplicitata in una mail indirizzata al sindaco Diego Ferrara lo scorso febbraio, dopo la sentenza di fallimento della società partecipata Teateservizi, che si occupava dell'importante servizio per conto dell'ente. 

"Rappresentai - ricorda Stella - la necessità di agire velocemente e in maniera efficace per mettere in campo le soluzioni alternative in finalità dello svolgimento delle attività di riscossione e accertamento delle entrate tributarie ed extratributarie, nelle more delle azioni e di quanto stabilirà il curatore nominato dal tribunale di Chieti. I tempi però sono troppo lunghi e oggi, nell’attesa che gli altri soggetti in campo prendano una strada, ritengo sia necessario che il comune di Chieti affidi la propria riscossione a un soggetto esterno oppure si proceda con la internalizzazione del servizio con propri uffici. Non si può perdere un giorno di più”. 

Leggi le notizie di ChietiToday su Whatsapp

“Sono preoccupato per la lentezza che si sta verificando in questo frangente. - incalza l'assessore - nonostante io non abbia deleghe legate alla riscossione. La città non può più attendere e dalla nostra amministrazione si aspetta risposte certe e veloci. Ben vengano le iniziative e le proposte provenienti dal consiglio comunale che tracciano una direzione differente. Sulla fattibilità dell’affidamento di attività di riscossione alla Agenzia delle Entrate-Riscossione, ritengo che per sciogliere ogni dubbio si debba andare oltre i colloqui e formulare specifici quesiti alla agenzia stessa, sottoponendo la situazione del comune di Chieti per verificare quali sono le attività che effettivamente può svolgere per conto della amministrazione comunale. Quesito da fare in tempi brevi, senza indugi”, conclude l’assessore Stella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su Teateservizi arriva il "fuoco amico" dell'assessore Stella: "Preoccupato per la lentezza, si avvii subito la riscossione"

ChietiToday è in caricamento