Politica

Tassa di soggiorno per gli eventi scalini, il centrodestra fa polemica

Scontro a distanza su fondi e manifestazioni tra Forza Italia, che chiede perché i proventi non vengano utilizzati anche per Maltattack e Fratelli d'Italia che auspica più coesione tra la maggioranza

Nuova polemica in maggioranza, stavolta per via del finanziamento di 5mila euro per gli eventi scalini, comunicato pochi giorni fa in conferenza stampa dagli assessori Viola e Di Biase durante la presentazione del cartellone che sta animando la parte bassa della città.

Per i consiglieri comunali di Forza Italia Maura Micomonaco ed Emiliano Vitale però, l'imposta di soggiorno avrebbe potuto salvare, oltre agli eventi scalini, anche l'edizione 2019 di Maltattack, saltata quest'anno soprattutto a causa dell'insufficienza di fondi.

"Polemiche inutili" chiosa il capogruppo di Fratelli d'Italia Chieti Nicola Rapposelli, che aggiunge: "Nelle vesti di presidente della commissione attività produttive e commercio, ho avuto modo di partecipare ai diversi incontri che regolavano la tassa di soggiorno e l’eventuale destinazione alle varie manifestazioni. Iniziative che la nostra amministrazione ha sempre cercato di supportare con impegno e dedizione, nonostante le poche risorse a disposizione. L'introduzione della tassa di soggiorno fortemente voluta da questa maggioranza produce i frutti sperati, grazie soprattutto alla collaborazione degli operatori del settore e all'incremento di presenze in città. Sarà nostra premura condividere l'iter di reinvestimento della spesa secondo gli indirizzi della giunta comunale, allo scopo di essere vicini agli operatori turismo, cultura e commercio che sono fulcro e motore economico della città”.

Fdi ricorda che per quanto riguarda Maltattack, la maggioranza sta lavorando "ad un grande progetto per maggio 2020 come da loro stessi richiesto, e che vedrà in campo ogni tipo di supporto possibile, anche mediante la ricerca e il coinvolgimento di sponsor privati. È bene che sia la maggioranza più completa e più forte possibile, unitamente - dice ancora Rapposelli - a spendersi per questo scorcio di legislatura per raccogliere i frutti di risultati visibili e immediati, tralasciando polemiche e sterili critiche, e soprattutto senza dare idea di una città divisa tra la parte bassa e la parte alta”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di soggiorno per gli eventi scalini, il centrodestra fa polemica

ChietiToday è in caricamento