Tari, Costantini: "Il coordinatore Iezzi cavalca l'onda della demagogia"

Il consigliere comunale del Gruppo Misto, Diego Costantini e la consigliera comunale dell’Udc, Clara Ricciardi, replicano alle affermazioni del coordinatore cittadino di Giustizia Sociale riguardanti le agevolazioni Tari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

L’Amministrazione Di Primio, fin dal 2010, non si è mai tirata indietro nell’affrontare i problemi riguardanti la città, intervenendo sia con provvedimenti ad hoc o, come nel caso della tassazione locale, prevedendo agevolazioni per quei cittadini residenti in zone ambientalmente svantaggiate. È il caso sicuramente degli immobili ubicati nell’immediate vicinanze della discarica di Casoni, di quelli in via Penne, in via Di Vittorio, via Custoza, via Auriti, via Pomilio o di quelli a ridosso della discarica di Colle Marcone.

Non ci risulta che le amministrazioni che hanno preceduto quella guidata dal sindaco Di Primio abbiano mai programmato prima tali sgravi che, è bene ribadirlo, permangono tuttora, visto che nelle zone citate i cittadini pagheranno il 50% in meno sulla Tari, a fronte di criticità riscontrate in passato e che, in verità, oggi vedono un sostanziale miglioramento o la risoluzione delle stesse, come nel caso dei miasmi di Casoni.

Non si giustifica, dunque, l’attacco al sottoscritto e alla consigliera comunale Clara Ricciardi (Udc) da parte del coordinatore cittadino di Giustizia Sociale, Andrea Iezzi, che evidentemente, pur di cavalcare l’onda della demagogia, oltre al fatto di ignorare che un consigliere comunale rappresenta l’intera città e non un singolo interesse non è neppure a conoscenza dello stesso calcolo della tassa sui rifiuti. 

La Tari, infatti, non è altro che la mera ripartizione del costo complessivo del servizio di gestione dei rifiuti urbani. Va da se, dunque, che a fronte di agevolazioni economiche, il servizio sia coperto dai proventi di altri pagamenti che, nonostante le difficoltà di bilancio, l’Amministrazione ha assicurato, pur di offrire un sostegno ad alcune categorie di contribuenti come le famiglie, i cittadini anziani, le giovani coppie under 35, i diversamente abili o le attività commerciali.

L’attività amministrativa del centrodestra è a sostegno dell’interesse generale dei cittadini ma soprattutto si incentra sulle reali problematiche degli stessi e non su un assunto generico. Continuare ad esentare totalmente dal pagamento della Tari alcune zone della città a fronte di una situazione che rispetto al passato è notevolmente migliorata vuol dire beffare gli altri contribuenti.

Per quanto riguarda, invece, i disagi relativi al traffico nella zona di Brecciarola citati da Iezzi ed aspetto che nulla ha a che fare con il pagamento della tassa sui rifiuti, possiamo già anticipare che l’Amministrazione, nelle persone degli assessori Di Felice e Colantonio, sta già predisponendo importanti lavori che andranno a risolvere il problema del transito dei mezzi pesanti sul Bivio Brecciarola dirottando tale traffico presso il centro artigianale e realizzando un sottopassaggio ferroviario. 

Torna su
ChietiToday è in caricamento