Politica

Tagliate altre postazioni medicalizzate del 118 nell’entroterra: “La Regione ripristini il servizio”

La denuncia del Pd di Chieti: “Illegittimi i tagli a Torricella Peligna e Lama dei Peligni”

Dopo il depotenziamento della postazione medicalizzata dell'h24 di Castiglione Messer Marino, ora tocca alle medicalizzate di Torricella Peligna e Lama dei Peligni. A sollevare il problema è il Pd di Chieti  annunciando che nei prossimi giorni il capogruppo in Consiglio regionale, Silvio Paolucci, presenterà una interpellanza all'esecutivo regionale.

“Il centrodestra regionale sta pertanto continuando a penalizzare illegittimamente un servizio importante della rete salva-vita dell’emergenza urgenza in tutto il territorio dell’Alto Vastese” evidenziano dalla segreteria provinciale del Partito Democratico.

Che prosegue: “Si tratta di una scelta totalmente illegittima in quanto durante la X legislatura (è stato approvato il programma di qualificazione della rete Emergenza/Urgenza territoriale con la precisa volontà del Governo Regionale di centrosinistra di investire sulle postazioni medicalizzate del 118 nelle aree interne tra cui anche Torricella Peligna e Lama dei Peligni vista la loro assenza e la necessità di averle.

Siamo pertanto di fronte ad un governo regionale che trasforma gli impegni elettorali presi sul territorio in nome del potenziamento dei servizi, in altro. Nel nuovo piano strategico della Asl 2 Lanciano Vasto Chieti infatti, le postazioni medicalizzate previste nel DCA 95/2015 sono diventate postazioni "India" e dunque non medicalizzate. Una scelta che possiamo definire a gran voce scellerata”.

"Investire sulle medicalizzate del 118 nelle aree interne - ricorda Paolucci - era precisa volontà del Governo Regionale di centrosinistra. Contesterò pertanto la scelta fatta, dettata, mi auguro, non da motivi economici, visto che la Giunta regionale sulla Sanità spende e spande ma solo quando si tratta di dirigenti e poltrone".

Per il segretario del Pd Provinciale di Chieti, Gianni Cordisco, lasciare scoperte le postazioni medicalizzate “è di una gravità inaudita tenuto anche conto dell’imminente stagione invernale e dell'emergenza sanitaria che stiamo vivendo legata alla pandemia da Covid-19”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliate altre postazioni medicalizzate del 118 nell’entroterra: “La Regione ripristini il servizio”

ChietiToday è in caricamento