menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indennità di funzione, Febo: "Tagli anche per la giunta, ma ha meno autonomia dell'assise civica"

Il presidente del consiglio replica alle polemiche sollevate negli ultimi giorni dall'opposizione

Il presidente del consiglio comunale Luigi Febo chiarisce la questione dei tagli del gettone di presenza dei consiglieri in rapporto alle indennità della giunta, sollevata dai consiglieri di centrodestra.

"A fine novembre - dice - arriverà in aula la delibera con cui i consiglieri comunali taglieranno i propri gettoni di presenza per destinarli in prima battuta al conto corrente bancario comunale per l’emergenza Covid, poi a progetti destinati alla città. La giunta comunale farà altrettanto, come ha già avuto modo di affermare e anche chiarire, a fronte delle polemiche legate proprio alle indennità di funzione, ma va detto che non ha autonomia decisionale a proposito, come invece succede per il consiglio omunale che ha potuto decidere di istituire un capitolo di bilancio dove raccogliere i tagli".

"Aperta la strada e confermata la convinzione di dare destinazioni precise ai fondi che deriveranno dalle riduzioni delle indennità di funzione, come non è avvenuto in passato perché i fondi venivano trattenuti dal Comune e non erogati, si procederà anche per la giunta, come ha ha confermato il sindaco Diego Ferrara pochi giorni fa", puntualizza Febo.

"L’auspicio - ribatte alla minoranza - oggi, è che sia finito il momento della demagogia e delle polemiche che attaccano l’onorabilità delle persone, oltre che delle istituzioni, con l’invito alla minoranza a tenere alto proprio il decoro istituzionale di cui ognuno di noi, eletto o chiamato a vario titolo a governare o a lavorare per la città, è portatore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento