rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Politica

"Stop al taglio degli alberi per eliminare la vegetazione incolta che crea pericolo": Colantonio (Lega) sull'abbattimento in programma [FOTO]

Il consigliere comunale chiede l'elenco delle piante da abbattere e segnala una serie di situazioni che causano disagio al passaggio dei pedoni e alla viabilità

Dopo la polemica del Wwf sul taglio di 20 alberi a Chieti e i chiarimenti dell'amministrazione comunale, il capogruppo della Lega Mario Colantonio chiede al sindaco Diego Ferrara e all'assessore al Verde Chiara Zappalorto quali siano le piante considerate pericolose e dunque da abbattere. 

"Altrimenti - commenta - diviene incomprensibile e ingiustificabile un taglio che avviene in primavera e nella ripresa vegetativa anticipata dopo un 'non inverno' trascorso e la mancanza, ormai da tre anni, di eventi meteorici a carattere nevoso che costituiscono il vero grande pericolo per il crollo di piante e caduta di rami".

Colantonio chiede agli amministratori di annullare l'affidamento dell'abbattimento degli alberi "e dedicarsi - dice - a ben altri tagli, molto più evidenti e che creano situazioni di pericolo per la pubblica incolumità reali e indiscutibili, che girando il territorio potranno apprezzare al meglio. Prendiamo ad esempio un ingresso alla città di Chieti, via dei Vestini, dove sono presenti il campus universitario e l'ospedale clinicizzato. Transitando o provando a passare a piedi a ridosso del cavalcavia di Madonna delle Piane o nelle laterali rampe di accesso, o provando a parcheggiare la macchina all'area pubblica comunale realizzata proprio a ridosso del cavalcavia e frontale alla chiesa - dice il consigliere della Lega - si potranno notare, come già notano da tempo i tanti vittadini di Chieti e coloro che accedono in vittà da quella direttrice viaria, i rigogliosi rovi di spine e arbusti spontanei vari che hanno totalmente ricoperto i guardrail e segnaletiche stradali".

"Inoltre - incalza Colantonio - la 'bombatura' dei rigogliosi cespugli provoca paurosi restringimenti su tratti stradali percorsi quotidianamente da camion, pullman e bus del trasporto pubblico locale, oltre che da migliaia di vetture, evidente segno di degrado e abbandono totale dei luoghi".

"I sindaco Ferrara e l'assessore Zappalorto - conclude - anziché rimanere 'esterrefatti' dalle giuste esternazioni del Wwf Chieti-Pescara, farebbero meglio a spendere in modo razionale e utile le poche risorse che il Comune ha in cassa".

Vegetazione incolta a Madonna delle Piane

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stop al taglio degli alberi per eliminare la vegetazione incolta che crea pericolo": Colantonio (Lega) sull'abbattimento in programma [FOTO]

ChietiToday è in caricamento