rotate-mobile
Politica Chieti Scalo

Nuovo taglio di alberi a Chieti, il Pd vuole conoscere quanti sono ne stati abbattuti dal 2010

Per Alessandro Marzoli si tratta di "un tristissimo record" e ricorda i recenti tagli in viale Abruzzo o quello dell'anno scorso al Tricalle, quando la legna di una quercia secolare venne spartita

Continua senza sosta il taglio degli alberi sul territorio comunale. Ultima a farne le spese è stata una storica pianta presente sul territorio della quale si è deciso l’abbattimento per evitare una possibile caduta.

E iI Pd teatino torna a commentare con amarezza quello che definisce “Un tristissimo record”. “Tre anni infatti fa ci eravamo scagliati contro il taglio di una decina di alberi in via Ricci- ricorda Alessandro Marzoli - evidenziando come potevano benissimo essere salvati. Anche in quella occasione nessuna pietà, ma avevamo avuto la promessa solenne in consiglio comunale che su quella strada tutti gli alberi sarebbero stati sostituiti con nuove piante. Ad oggi invece restano solo le basi dei tronchi e nessun nuovo arbusto ha sostituito i precedenti. Poi è arrivato il taglio di una serie di alberi in viale Abruzzo, mentre non dimentichiamo l’episodio del Tricalle, con il taglio privato di una quercia secolare e la spartizione della legna dello stesso che l’amministrazione Di Primio ha lasciato passare come se non fosse una cosa di valore”.

Oltre a un’interrogazione sul taglio avvenuto nella giornata di oggi il Pd provvederà a inoltrare una richiesta di accesso agli atti relativi a tutti i tagli di alberi e piante avvenuti dal 2010 ad oggi per verificare quanti alberi sono stati abbattuti e quanti se ne sarebbero potuti salvare.

“Ci sono molti altri interventi possibili che permettono di mettere in sicurezza l’area vicina all’ arbusto senza tagliarlo- commenta ancora Marzoli - Una cosa è la giusta prevenzione e tutela della pubblica incolumità, che significa studio, controllo e intervento dove indispensabile, ad esempio nel cortile della scuola media Mezzanotte, altra cosa è il taglio indiscriminato.

L’ intera città di Chieti e in particolare il cuore della parte bassa della città hanno bisogno di verde, di polmoni arboreei che circondino il perimetro delle arterie stradali oltre che di un grande parco che ancora oggi manca alla parte più popolosa della nostra comunità. E cosa fa il centrodestra per risolvere questo storico problema? Continua ad abbattere alberi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo taglio di alberi a Chieti, il Pd vuole conoscere quanti sono ne stati abbattuti dal 2010

ChietiToday è in caricamento