rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

"Sul Superbonus la Regione Abruzzo avrebbe dovuto fare di più": Taglieri (M5s) attacca il presidente Marsilio

La critica del consigliere del Movimento 5 Stelle sulla legge sul tema approvata dalla Regione

"Cala il sipario sulla propaganda del centrodestra che, dopo aver perpetuato per mesi un attacco strumentale a reti unificate contro il Superbonus, oggi ha approvato la sua legge sul tema ammettendo nell’articolato tutti i benefici che questa misura ha portato al comparto economico del Paese e della Regione Abruzzo".

Ad affermarlo è il Capogruppo del Movimento 5 Stelle Francesco Taglieri che continua, "peccato, però, che la maggioranza del presidente Marsilio si sia svegliata tardi e abbia portato in aula una legge copiata – male - da quella presentata già lo scorso marzo dal Movimento 5 Stelle. Tutto ciò ha fatto perdere ben sette mesi all’intero comparto edile che ha visto imprese, lavoratori e cittadini messi in ginocchio da Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia, per amor di partito”.

Per Taglieri si tratta di "un teatrino inaccettabile che rappresenta bene quanto le azioni di questa maggioranza siano motivate più da esigenze elettorali che dal buon senso che dovrebbe avere chi governa. Oggi ci parlano di 'risposte da dare alle imprese', ma sono le stesse risposte che avevamo già ampiamente inserito nella nostra legge presentata a marzo. Risposte  che probabilmente per questa maggioranza non potevano essere date dal Movimento 5 Stelle.

È palese il tentativo di riscattarsi agli occhi di quelle categorie di professionisti che hanno abbandonato in questi cinque anni. Ovviamente - continua Taglieri - segnando una netta differenza di valore rispetto ai nostri avversari politici, noi oggi abbiamo votato favorevolmente la norma, perché siamo convinti, come lo siamo sempre stati, che i crediti bloccati siano stati un grave errore del Governo Meloni.

Resta comunque l’amaro in bocca perché la norma approvata oggi dal centrodestra, oltre a essere tardiva, risulta anche inefficace poiché sblocca solo 12 milioni di euro a fronte di un blocco che interessa 600 milioni di crediti. E, visto che nel testo originale del centrodestra  non vi era nessuna garanzia sulla ripartizione dei pochi fondi sbloccati, come Movimento 5 Stelle abbiamo presentato e fatto approvare un emendamento per garantire una distribuzione equa attraverso evidenza pubblica, in modo da tutelare anche le imprese più piccole verso l’accesso ai crediti.

Purtroppo una regione come l’Abruzzo avrebbe potuto e dovuto fare di più, ma con il centrodestra al governo  ancora una volta gli interessi degli abruzzesi sono stati messi in secondo piano rispetto alle esigenze partitiche di Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia che hanno massacrato a ogni livello istituzionale una misura oggettivamente virtuosa come il Superbonus”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sul Superbonus la Regione Abruzzo avrebbe dovuto fare di più": Taglieri (M5s) attacca il presidente Marsilio

ChietiToday è in caricamento