menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I sindaci della Costa dei trabocchi chiedono all'Anas di rendere panoramica la statale

I primi cittadini di Fossacesia, Rocca San Giovanni, San Vito e Torino di Sangro chiedono di migliorare l’aspetto turistico della fascia costiera

I sindaci di Fossacesia, Rocca San Giovanni, San Vito e Torino di Sangro, hanno incontrato l’architetto Enzo Di Vittorio, responsabile Anas per la SS16 Adriatica, per individuare di concerto le migliori soluzioni da adottare per migliorare l’aspetto turistico della fascia costiera del tratto di strada statale, compresa tra San Vito Marina e Torino di Sangro, che lambisce la costa dei trabocchi.

L’iniziativa che ha messo insieme i primi cittadini Enrico Di Giuseppantonio (Fossacesia), Gianni Di Rito (Rocca San Giovanni), Emiliano Bozzelli (San Vito Chietino) e Nino Di Fonso, (Torino di Sangro) è quella di spingere l’azienda a procedere con una serie di interventi sulla vegetazione presente, per far in modo che quanti si trovino a percorrere la SS16 possano trovarsi davanti un panorama che esalti le caratteristiche della Costa dei Trabocchi.

Già lo scorso anno, l’Anas aveva provveduto ad un taglio parziale della vegetazione cosa che aveva consentito di ampliare la visuale su uno dei tratti di costa abruzzese più belli in assoluto. A questo era andata ad unirsi la sostituzione dei guardrail in metallo con quelli in legno.

Afferma Di Giuseppantonio:

Stiamo parlando di una zona in cui mare e costa costituiscono un continuum inscindibile e poter far cogliere queste bellezze crediamo sia una grande opportunità turistica ma anche una indispensabile difesa dell’ambiente e del paesaggio, spesso deturpati per incuria e rifiuti abbandonati.

La cura dell’aspetto estetico è fondamentale per l’attrattività turistica di un territorio ed ancora una volta sostengo a gran voce che la nostra Costa dei Trabocchi non ha nulla da invidiare ad esempio alla Costiera Amalfitana. 

L’Anas, dal canto suo, ha assicurato che attuerà ogni genere di intervento utile ad esaltare le bellezze del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento