menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sottosegretario Gozi: "Puntare sulla generazione Erasmus contro la crisi"

“Vogliamo scommettere sull’Italia e sull’Europa - dice - che moltiplica le opportunità. I nostri giovani devono formarsi al meglio per poi tornare in Italia, ma mi piacerebbe che, oltre a far rientrare i nostri cervelli, arrivassero qui anche cervelli dall’estero”

“Vogliamo scommettere sull’Italia e sull’Europa che moltiplica le opportunità. I nostri giovani devono formarsi al meglio per poi tornare in Italia, ma mi piacerebbe che, oltre a far rientrare i nostri cervelli, arrivassero qui anche cervelli dall’estero”. Parola di Sandro Gozi, sottosegretario con delega agli Affari Europei, oggi (martedì 14 giugno) all’università d’Annunzio per presentare il suo libro “Generazione Erasmus al potere, nuove opportunità per i giovani italiani in Europa”. 

Con i suoi 48 anni, Gozi è stato uno dei primi studenti universitari italiani ad usufruire del programma di mobilità europea nato nel 1987, compiendo parte dei suoi studi in Francia. “Alla prima generazione Erasmus, europeista di natura - dice - spetta l’arduo compito di formare gli europeisti di domani, che stanno crescendo in un’Europa sempre più disintegrata. Per questo dobbiamo impegnarci a diffonderlo sempre di più, dando l’esempio dell’Europa che moltiplica le opportunità e rompe i vincoli cogliendo le occasioni”. Ha poi aggiunto: “Vogliamo scommettere sull’Italia e sull’Europa che moltiplica le opportunità. I nostri giovani devono formarsi al meglio per poi tornare in Italia, ma mi piacerebbe che, oltre a far rientrare i nostri cervelli, arrivassero qui anche cervelli dall’estero”. 

In occasione della visita a Chieti, il sottosegretario ha incontrato anche i comitati per il sì al referendum di ottobre e ha lanciato un appello agli italiani: “Chi vuole cambiare, chi vuole che la democrazia funzioni bene, chi vuole meno parlamentari, leggi migliori, un rapporto più snello fra Stato e Regioni, chi vuole che la politica dell’energia e del turismo siano fatte con efficacia e vantaggi per tutti, allora dovrà votare sì”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento