rotate-mobile
Politica Vasto

Soppressione presidi di polizia nel chietino: riunione in prefettura

Tavani: "Il comprensorio di Vasto e San Salvo rappresentano il baluardo della sicurezza, e il messaggio che stiamo dando ai cittadini, sia a quelli onesti che quelli meno onesti, non è rassicurante"

Riunione questa mattina in Prefettura per discutere la proposta del Governo di sopprimere tre importanti presidi di polizia a Vasto, Chieti e Ortona.

Davanti al prefetto de Marinis erano presenti tutte le forze di polizia, il questore e gli amministratori locali. Tra questi il vicepresidente della Provincia Tavani.

“La Provincia di Chieti ha rimarcato l’importanza strategica del suo territorio, specialmente nei presidi più vicini ai confini meridionali della stessa con altre regioni, in ordine alla sicurezza sociale e alla prevenzione dei rischi" ha raccontato Tavani "Gli stessi funzionari di Polpost e Polfer presenti hanno convenuto sulla opportunità di mantenere presidi che, allo stato attuale delle cose, costano concretamente veramente poco o nulla, occupando gli stessi locali e strutture messe a disposizione in accordo con Poste Italiane e Ferrovie dello Stato.

Il comprensorio di Vasto e San Salvo – continua Tavani – rappresentano il baluardo della sicurezza, e il messaggio che stiamo dando ai cittadini, sia a quelli onesti che quelli meno onesti, non è rassicurante”.


Nel corso della riunione è emersa la proposta di assegnare al Commissariato di Vasto le unità della Polfer i cui uffici siano eventualmente oggetto di restrizione o soppressione.

Ieri intanto l'onorevole Fabrizio Di Stefano ha presentato un'interrogazione parlamentare sull'argomento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soppressione presidi di polizia nel chietino: riunione in prefettura

ChietiToday è in caricamento