Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Smembramento Unione dei Comuni della Marrucina: la nota di Casale Futuro

Il gruppo interviene sul tentativo di smembramento dell'Unione dei Comuni della Marrucina. "L’ennesimo carrozzone - evidenzia Montanaro - con tutto ciò che distribuirà a carico della comunità è ormai in via di concretizzazione"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il tentativo di smembramento dell'Unione dei Comuni della Marrucina ancora una volta evidenzia il percorso politico che alcuni sindaci si sono prestati ad assecondare. Questo andando contro gli interessi reali dei cittadini che li hanno votati per rappresentarli e soprattutto rinnegando quando detto e quanto poco fatto negli anni precedenti proprio in questo campo. La vicenda fa il paio con la "sospensione" di fatto, contrariamente a quanto dichiarano i vertici, dell'Unione dei Comuni delle Colline Teatine. Il metodo è lo stesso che ha reso forte nella nostra zona quella parte politica che si è impossessata prima della creazione e poi della gestione dei carrozzoni che di volta in volta avrebbero dovuto migliorare e rendere più efficiente la gestione della cosa pubblica generando invece voragini finanziarie e scompensi inenarrabili ma rendendo disponibili poltrone e privilegi. La creazione di un futuro ma non troppo lontano Frankestein politico, soprattutto ubbidiente e servizievole, nell’area della provincia di Chieti di cui queste due unioni di comuni fanno parte, prosegue senza nessuna pietà.

L’ennesimo carrozzone con tutto ciò che distribuirà a carico della comunità è ormai in via di concretizzazione. Il metodo per la futura gestione sarà lo stesso, ormai collaudatissimo, usato per i vari consorzi di gestione dei rifiuti e delle acque. Questo avviene con la silente complicità di quei politici che, ad ogni livello, assistono a tutto ciò inermi e girando la testa. Se poi non se ne stanno accorgendo è peggio. Ancora una volta si vogliono imporre alla comunità delle scelte che produrranno solo ulteriori costi e che renderanno evidenti gli anni inutilmente trascorsi senza che nessun miglioramento sia sopravvenuto e soprattutto nessun obiettivo prefissato raggiunto. Ancora una volta si cercherà di sfruttare a proprio piacimento un input superiore che se ben usato avrebbe già migliorato di molto la qualità della vita e la risposta amministrativa nelle nostre comunità. Si prova ancora una volta a mistificare una scelta puramente politica e di potere con una futura necessità amministrativa. Questo strumento ha già dimostrato la propria inefficacia nelle mani di costoro che per propri obiettivi personali strumentalizzano la scena politica e l'andamento della vita amministrativa delle nostre comunità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smembramento Unione dei Comuni della Marrucina: la nota di Casale Futuro

ChietiToday è in caricamento