"Al centrodestra non interessa il futuro del San Pio": l'affondo di Smargiassi (5 stelle)

Qualche settimana fa aveva chiesto un tavolo di confronto con Regione e Asl dopo i problemi dell'ospedale di Vasto, ma la richiesta è rimasta inascoltata

Torna a scagliarsi contro la giunta di centrodestra il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Pietro Smargiassi sull'ospedale San Pio di Vasto. Solo poche settimane fa, il pentastellato aveva chiesto di organizzare un tavolo per discutere del futuro della struttura. 

Una richiesta diventata urgenza dopo i disagi registrati di recente: prima il crollo del controsoffitto a Chirurgia, poi la rottura di un tubo, che aveva determinato l'allagamento della cappella e della sala della risonanza.

"L’ospedale – torna alla carica Smargiassi - è da anni costretto a far fronte a continue riduzioni di personale infermieristico, di primari e tagli di reparti, ultimamente è anche salito alla cronaca per danni e crolli ad impianti e contro soffittature, riconducibili soprattutto alla vetustà dell’edificio ed alla scarsa manutenzione eseguita. Prendo definitivamente atto - incalza - che questo Governo regionale non ha a cuore le sorti del San Pio di Vasto. Avevo pubblicamente chiesto all’assessore Verí e al direttore Schael di indire un tavolo di confronto per mettere nero su bianco proposte concrete per chiarire, una volta per tutte, cosa si volesse fare del presidio cittadino. Una richiesta però che non ha mai avuto riscontro".

Così, Smargiassi ha chiesto di parlare del San Pio nel corso della prima seduta utile della V commissione Salute, presieduta da Mario Quaglieri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Evidentemente però - accusa - tra gli ordini di scuderia del carroccio vi è quello di cancellare dalla mappa dei presidi ospedalieri il San Pio, se è vero come è vero che alla mia formale richiesta del 7 giugno scorso, oltre a non aver fatto seguito l’inserimento in ordine del giorno della tematica richiesta, non è stato dato neanche il benché minimo segno di riscontro, a voler quanto meno far trasparire un minimo di rispetto istituzionale che un presidente di commissione dovrebbe mostrare verso i propri colleghi e commissari. È evidente, a questo punto, la riluttanza del presidente Quaglieri ad ascoltare i temi del vastese; magari avrà qualche problema con me, visto peraltro che continua a ignorare la calendarizzazione di tutte le risoluzioni che portano la mia firma. Risoluzioni che, a partire dallo scorso ottobre, ho depositato e trasmesso all’attenzione della sua commissione. Qualunque sia il motivo - conclude Smargiassi - il torto, la Lega e tutta la maggioranza di centrodestra, lo stanno facendo, più che a me, a un intero territorio che meriterebbe maggior considerazione dall’esecutivo regionale e dai vertici della Asl 02".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: inizia lo spoglio a Chieti

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Il Comune di Atessa assume 5 impiegati a tempo indeterminato: bando e scadenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento