Politica

Sanità, la sinistra teatina contro Marsilio: “La Regione trova soldi per Guardiagrele ma non per Chieti”

I consiglieri comunali teatini chiedono se la mancanza di risorse per il centro vaccinazioni nell’asilo Peter Pan sia dovuto a motivi di mancata “vicinanza al centrodestra abruzzese”

"Il direttore generale della Asl di Chieti riesce a trovare oltre 171mila euro per lavori di adeguamento tecnico-funzionale per la realizzazione di un centro vaccinale nel Presidio territoriale di assistenza a Guardiagrele, ma non riesce a garantire che vengano stanziati solo 25 mila euro per allestire un centro vaccinazioni nell’asilo Peter Pan a Chieti. Qui da noi, in effetti, si è costretti ad appellarsi a donatori privati".

Questa la denuncia dei consiglieri comunali teatini de La Sinistra, Edoardo Raimondi, Alberta Giannini e Silvio Di Primio.

"Evidentemente – continuano i consiglieri – è più difficile trovare 25mila euro per un centro vaccinazioni a Chieti, comune con utenze sicuramente maggiori. Pur rallegrandoci della celerità messa in campo a favore del Comune di Guardiagrele nella situazione pandemica attuale, ci chiediamo però se a guidare i criteri dei programmi di vaccinazione in Regione non siano piuttosto il privilegio, la legge del più forte o quello delle giunte comunali più amiche, più vicine di certo a un centrodestra abruzzese a dir poco imbarazzante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la sinistra teatina contro Marsilio: “La Regione trova soldi per Guardiagrele ma non per Chieti”

ChietiToday è in caricamento