Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica Centro Storico / Via di Porta Pescara

Porta Pescara sprofonda nel degrado: i residenti chiedono decoro e sicurezza

Il movimento Ideabruzzo si fa portavoce dei residenti, che lamentano l'incuria nella manutenzione e la maleducazione di molti che frequentano il quartiere

Il movimento politico Ideabruzzo si fa portavoce del grido d'allarme degli abitanti del quartiere di Porta Pescara. Lo storico rione del centro di Chieti, infatti, da tempo vive una situazione di degrado, che colpisce non solo l'unica antica porta superstite in città, ma anche la pavimentazione, la manutenzione dei sottoservizi, gli stalli per le auto. Inoltre, i cittadini lamentano un problema di sicurezza.

Tra muri in frantumi, carenza di illuminazione, orologio fermo da ormai troppo tempo e incuria, porta Pescara è l'unica zona a traffico limitato della città in cui sono state installate le telecamere, in alcuni casi poi rimosse, ma comunque mai entrate in funzione. "Per non parlare - spiegea Fabio Minniti di Ideabruzzo - di quelle installate per il controllo e la sicurezza della zona. Infatti, la continua crescita di locali nella zona sta facendo aumentare, per fortuna, l'afflusso e la frequentazione delle persone in questa parte della città, ma, allo stesso tempo, i residenti si trovano a fare i conti con i vicoli usati dagli avventori come orinatoi pubblici, come dimostrano i video realizzati dai cittadini". 

Per questo, Ideabruzzo propone diverse soluzioni all'ammnistrazione: "Intervenire immediatamente sui reperti storici, così da ridare decoro e splendore alla loro bellezza per i turisti e per i cittadini che ne possono godere ogni giorno; mettere in funzione le telecamere per la sicurezza e per la Ztl, per garantire il controllo dei flussi per limitare il traffico e il parcheggio selvaggio; intervenire su quella parte di pavimentazione che si è rovinata per il transito dei mezzi, per evitare che le piogge possano corrodere il terreno sottostante con infiltrazioni, rischiando l'apertura di nuove voragini, senza tralasciare la sicurezza dei disabili e dei pedoni che percorrono quelle vie ogni giorno; in ultimo, installare dei bagni chimici, almeno nei weekend, per rispondere alle esigenze che la zona ha nelle giornate di maggior afflusso per quanto riguarda i servizi igienici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta Pescara sprofonda nel degrado: i residenti chiedono decoro e sicurezza

ChietiToday è in caricamento