menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza A24 e A25, Marcozzi (5 stelle): "Centrosinistra e centrodestra dovrebbero risarcire gli abruzzesi"

La consigliera candidata alla presidenza della Regione rispedisce al mittente le accuse degli esponenti Pd, che avevano accusato il Governo di un danno d'immagine per l'allarme sulle autostrade

Siamo al paradosso. Il presidente vicario della Regione Lolli e i deputati Stefania Pezzopane e Camillo  D’Alessandro, tutti scuderia PD, si schierano dalla parte del concessionario Strada dei Parchi e minacciano di chiedere un risarcimento danni. Stando a quanto afferma Strada dei Parchi spa, infatti, ci sarebbe stata una sostanziale diminuzione del traffico sulla A24 ed A25 a seguito della scoperta dello stato disastroso in cui versano i viadotti. Gli “esperti” della politica hanno la pretesa di chiedere al Governo del M5S, che per la prima volta dopo decenni sta operando nella direzione della sicurezza sulle autostrade, di risarcire la Regione con soldi pubblici per aver denunciato e reso noto lo stato penoso delle autostrade abruzzesi.

Così Sara Marcozzi, consigliera regionale pentastellata e candidata alla presidenza della Regione, dopo che gli esponenti del Partito Democratico avevano criticato il governo per il danno d'immagine alla nostra regione, a causa dell'allarme sicurezza sulle autostrade A24 e A25. Prosegue Marcozzi: 

Non se la prendono con chi ha firmato concessioni di favore,con i gestori che non hanno fatto la dovuta manutenzione, ma hanno sempre aumentato i pedaggi. Se la prendono con il Governo che ha stanziato 192 milioni di euro per la manutenzione, ha ottenuto la riduzione dei pedaggi, ha intimato e ottenuto la riduzione del traffico veicolare per ragioni di sicurezza e oggi è al lavoro per sicurezza e pedaggi più bassi da parte del concessionario. Azioni che gli “esperti” di centrodestra e centrosinistra non sono riusciti a fare negli ultimi 15 anni dei loro governi. E’ il mondo alla rovescia.

I risarcimenti dovrebbero chiederli i cittadini abruzzesi a Strada dei Parchi, ai governi di centrodestra e centrosinistra, che nulla hanno fatto, e a coloro che negli ultimi 10-15 anni non hanno controllato che i gestori delle autostrade facessero il loro lavoro. Lolli, Pezzopane e D’Alessandro sono stati al governo del Paese e della Regione senza concludere alcunché e oggi pretendono di fornire soluzioni ai problemi che i loro governi hanno creato?

Se proprio vogliamo attribuire qualche responsabilità per il presunto calo di traffico sull’autostrada e sul presunto calo di presenze turistiche nella nostra regione dovute alla “paura di venire in Abruzzo”, Lolli, Pezzopane e D’Alessandro dovrebbero fare mea culpa, ripercorrere la campagna di disinformazione da loro portata avanti a doppia pagina sui quotidiani nelle ultime 3 settimane e poi tacere e andare a nascondersi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento