Politica

Giardinelli: "Settimana mozartiana di Chieti gestita dalla Puglia?"

Alcune domande del consigliere di opposizione sulla gestione dell'evento teatino

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Comunicato Stampa

Con delibera n°1910 del 23 giugno 2014, la Giunta Comunale di Chieti ha dato l'incarico della Direzione Artistica della XV Edizione della Settimana Mozartiana (organizzata e gestita dall'Ente Comunale di Chieti e non dalla Deputazione Teatrale Teatro Marrucino) al Maestro Ettore Pellegrino, attuale Direttore Artistico del Teatro Marrucino .

In tale delibera non viene specificato se l'incarico della Direzione Artistica della XV Edizione della Settimana Mozartiana è regolamentata da un contratto che prevede un compenso, ma si specifica solo la somma massima complessiva per la realizzazione del programma a carico del bilancio comunale . Il Direttore Artistico ha poi affidato all'Associazione "I Suoni del Sud" di Foggia la cura e la stipula dei contratti con gli artisti che si esibiranno durante la Settimana Mozartiana.

Ciò premesso ho fatto una interrogazione al Sindaco Umberto Di Primio per avere chiarezza su alcuni aspetti che ritengo fondamentali per la trasparenza della gestione di una manifestazione importante per la nostra città e per il nostro territorio sia dal punto di vista artistico sia dal punto di vista economico.

  1. se l'incarico della Direzione Artistica della XV Edizione della Settimana Mozartiana al Maestro Ettore Pellegrino è regolamentata da un contratto che prevede una retribuzione e perché il rapporto economico non è stato menzionato nella delibera su indicata.
  2. se la scelta di affidare la cura dei contratti degli artisti della XV Edizione della Settimana Mozartiana al Maestro all'Associazione "I suoni del Sud" di Foggia sia stata una scelta effettuata in virtù di una economicità del Servizio o altro vantaggio per il Comune di Chieti
  3. perché si è ritenuto che una gestione diretta dei contratti degli artisti da parte del Comune, come veniva fatto in passato, non sarebbe stata più vantaggiosa economicamente
  4. perché non si è ritenuto opportuno fare un bando pubblico per l'affidamento del servizio
  5. se si sono interpellate anche associazioni del nostro territorio che potevano offrire tale servizio (ne esistono diverse che possono assolvere a tale servizio ed andarle a cercare altrove certo non favorisce l'economia della nostra città)

Il Consigliere Comunale

Alessandro Giardinelli

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardinelli: "Settimana mozartiana di Chieti gestita dalla Puglia?"

ChietiToday è in caricamento