menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I consiglieri di Fratelli d'Italia Carla Di Biase e Roberto Miscia

I consiglieri di Fratelli d'Italia Carla Di Biase e Roberto Miscia

Screening di massa, Fratelli d'Italia contro l'amministrazione: "Organizzazione approssimativa e improvvisazione"

I consiglieri Miscia, Di Biase e Giampietro lamentano ritardi nell'avvio della campagna in città

Il gruppo consiliare di Fratelli d'Italia si scaglia contro l'amministrazione comunale teatina sull'organizzazione dello screening di massa in città. 

I consiglieri Roberto Miscia, Carla Di Biase e Giuseppe Giampietro accusano la giunta di "totale improvvisazione" e di "sbagliare dapprima i luoghi, ovvero scegliendo incautamente le scuole, generando preoccupazione in tante famiglie, e arrivando poi in ritardo a reperire le ormai scarse risorse ospedaliere da utilizzare".

"Ma già in partenza - proseguono gli esponenti di opposizione - la data scelta dall’amministrazione Ferrara per avviare la campagna di screening di massa in città risulta evidentemente troppo lontana da quelle del resto della regione e di altri centri della Asl di Chieti Lanciano Vasto, risalenti, invece, ad oltre un mese fa. Ricordiamo come le operazioni di screening siano utili ad interrompere la catena dei contagi attraverso il monitoraggio capillare di quante più persone possibili, soprattutto se attuate in tempi brevi, così come è avvenuto negli altri capoluoghi di provincia abruzzesi dove, infatti, già si ravvisano gli effetti positivi del tracciamento, con conseguente isolamento dei focolai".

"Il ritardo che subiranno i cittadini di Chieti - incalzano - appare incomprensibile e frutto di una organizzazione approssimativa che rischia a questo punto di compromettere la grande lotta alla diffusione del virus intrapresa dal governo regionale. Invece di continuare a fare riunioni su riunioni, evidentemente infruttuose, il sindaco-medico prendesse una decisione, rapida, tempestiva e degna di un Capoluogo di provincia, perché ne va della salute dei nostri concittadini", concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento