Politica

San Giovanni Teatino, quasi pronta la variante Prg

Fiducioso il sindaco Marinucci: "Farà ripartire l'economia. E' un riferimento chiaro e certo per i cittadini e le attività produttive"

Quasi completato l'iter della Variante al Piano Regolatore Generale di San Giovanni Teatino. Martedì scorso dopo quasi sei ore il Consiglio Comunale ha esaminato 161 osservazioni, accogliendone  131 e respingendone 30.

La delibera finale  è stata votata all'unanimità dei presenti (oltre a Bronzino, il Sindaco Luciano Marinucci e i consiglieri: Marco Cacciagrano, Alessandro Feragalli, Gabriella Federico, Ezio Chiacchiaretta, Rosario Cicellini e Roberto Ferraioli).

"Ha prevalso il senso di responsabilità della maggioranza ed di parte dell'opposizione - ha commentato il sindaco Luciano Marinucci - in un percorso reso difficile anche dai tagli di spesa. Abbiamo uno strumento in grado di salvaguardare il territorio, garantendo sviluppo e crescita urbanistiche. Ora ci sono riferimenti certi in grado di stimolare il rilancio economico e produttivo nel nostro Comune".

Dai banchi dell'opposizione il plauso di Ezio Chiacchiaretta. Sebbene recentemente confluito nelle fila di "Progetto Comune", ha redatto la prima bozza di Variante al PRG nella passata amministrazione. "Oggi trova compimento anche il mio lavoro, che è stato arricchito e migliorato. All'amministrazione Marinucci - dichiara Chaicchiaretta - riconosco la trasparenza e l'apertura al contributo di tutti. Le forze e le esperienze sono state unite senza steccati e pregiudizi. Ottimo esempio di buona amministrazione che ho deciso si condividere".

Particolarmente soddisfatto l'assessore all'urbanistica Alessandro Feragalli: "Si conclude positivamente il processo partecipativo iniziato un anno fa. Dopo il coinvolgimento, la risposta che abbiamo potuto dare ai cittadini, alla collettività, è stata efficace".

Sull'adozione definitiva della Variante al PRG pende però il ricorso al Tribunale amministrativo presentato da due consiglieri di opposizione, che contstano il fatto che tra la prima convocazione di venerdì 26 febbraio, ore 17, e quella di sabato 27 febbraio, alle ore 15, del consiglio che dato via all'iter di adozione, non erano trascorse 24 ore. L'udienza al Tar ci sarà il 5 o 6 maggio prossimi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni Teatino, quasi pronta la variante Prg

ChietiToday è in caricamento