menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rocca San Giovanni: vicesindaco contro turisti "criticoni", protesta l'opposizione

In un post su Facebook D'Angelo si scaglia contro chi lamenta le criticità della località balneare. Ma i consiglieri di Rocca in Comune lo attaccano

A Rocca San Giovanni la polemica politica corre sul web. O meglio, è generata da un post comparso sul profilo Facebook del vice sindaco, che ha scatenato il dissenso dei consiglieri comunali di Rocca in Comune, Rinaldo Verì, Nadia Verì ed Emilio Pio Caravaggio. 

Sul suo spazio virtuale, infatti, il vice primo cittadino Giovanni D’Angelo si è lasciato andare ad uno sfogo contro coloro che lamentano il mare inquinato e sporco. “Ma perché non rimanete a casa vostra - ha scritto - se trovate il nostro paese sporco e mal amministrato non veniteci restate a casa vostra”, le testuali parole. E ancora: “State sempre a fare critiche faziose, intromettendovi in aspetti della vita comunitaria che non vi riguarda e quando venite magari non consumate nemmeno un caffè”. E ancora un “vergognatevi” in maiuscolo, che nel linguaggio del web equivale a urlare

Un post discutibile, che ha scatenato l’attacco dei consiglieri di opposizione contro le esternazioni del vice sindaco. “Siamo un paese che ha scelto per vocazione di essere turistico, quindi accogliente, aperto, ma non digerisce affatto le critiche”, dicono in una nota stampa. “Anche quando sarebbero costruttive, per favore evitate di farle: dovete soltanto esaltare la bellezza e le peculiarità del nostro paese, e se possibile esaltare la nostra amministrazione, e se poi consumate qualche soldino nei nostri esercizi commerciali fate bene”, commentano ironicamente.

“Dobbiamo creare l’accoglienza prima dentro di noi - incalzano - creare l’apertura verso gli altri e anche verso le critiche che sono sempre da stimolo per un’amministrazione moderna e civile. Solo così i turisti troveranno i nostri luoghi belli ma anche una comunità accogliente, sorridente, allegra e disponibile al dialogo, insomma un paese aperto. Accogliamo queste parole del vicesindaco come una caduta di stile, con la speranza che prima di qualsiasi bacchettata ai tanti turisti che aiutano la nostra economia rifletta anche sul significato del proprio ruolo, importante, di vicesindaco”, concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento