menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piani neve a rischio: mancano 16 milioni per riparare i danni del maltempo

L'appello del segretario regionale dell'Udc Di Giuseppantonio al Governo, dopo la lettera del vice presidente della Regione Lolli al premier Conte

Qualche giorno fa, era stato il vice presidente della Regione Giovanni Lolli a scrivere al premier Conte, per sollecitare i restanti 16 milioni e 274mila euro assegnati ai Comuni danneggiati dalle pesanti nevicate del 2017. Oggi, il segretario regionale Udc e sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, si accoda a quell'appello, commentando: 

E’ davvero incredibile come a distanza di oltre un anno dalle calamità che hanno colpito l’Abruzzo nel 2017 si debba ‘sollecitare’ il versamento delle quote restanti per i danni provocati dalla neve.

Si tratta di oltre 16 milioni di euro che debbono essere elargiti in favore di ben 50 Comuni abruzzesi, soldi che dovranno poi essere trasferiti a ditte che, in quei giorni di gennaio 2017, hanno lavorato per far fronte alle numerose emergenze che hanno messo in ginocchio l’intera regione. 

Si tratta, tra l’altro, di spese che gli enti hanno sostenuto, rendicontate e avallate dal dipartimento della Protezione Civile Nazionale. La verità è che siamo alle solite: tante promesse di fronte alle calamità, poi però nei fatti tempi lunghissimi per i risarcimenti. Davvero singolare. Tutto ciò avrà anche un’altra conseguenza: nella prossima stagione invernale, molti Comuni, alcuni anche di una certa importanza, si troveranno nella condizione di non poter mettere in moto la macchina dei servizi per far fronte a qualsivoglia necessità che ricadrà, ovviamente, sui cittadini.

Chieti in ginocchio per il maltempo: servono 10 milioni di euro

Il maltempo fa perdere 50 milioni all'agricoltura

I Comuni rischiano il dissesto per riparare i danni del maltempo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento