rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica San Vito Chietino

Rimossa la targa in ricordo dei caduti di Nassiriya a San Vito, Fratelli d'Italia: "Questo è disprezzo per i valori della Patria"

L'accusa del circolo territoriale all'amministrazione comunale dopo che la stessa aveva cancellato, con una delibera, l’intitolazione di “largo caduti di Nassiriya”

Monta la rabbia a San Vito Chietino, da parte del circolo di Fratelli d’Italia, dopo la rimozione della targa in ricordo dei caduti di Nassiriya, sita in via Michelangelo.

La giunta comunale, a maggio del 2021, aveva deliberato la sostituzione della intitolazione “largo caduti di Nassiriya” con quella di “largo caduti e vittime di tutte le guerre”.  Oggi la vecchia dicitura è stata eliminata, fra l’indignazione del circolo territoriale “Nino Sospiri” che accusa gli amministratori.

 “La protervia ed il disprezzo degli attuali amministratori di San Vito Bene Comune per i valori della Patria e per la memoria di chi ha perso la vita nelle missioni di pace – dichiarano in una nota stampa dal circolo locale di FdI- si esprime nel vuoto che hanno lasciato lì dove era stata collocata la targa in ricordo delle vittime dell’attentato terroristico di Nassiriya”.

E ancora: “Chissà se i loro novelli alleati del Partito Democratico locale, ora candidati nella loro lista, avranno il coraggio di proferire parola in merito a questo imperdonabile oltraggio all’intera cittadinanza sanvitese (ricordiamo le numerose cerimonie celebrate fino al 2016 assieme alle scolaresche ed alle autorità civili e militari) e allo spregio della legge n.162/2009 che ha istituito il Giorno della memoria dei militari italiani caduti per la pace, individuandolo nella giornata del 12 novembre, proprio in concomitanza del più grave attentato terroristico subito dall’Italia dal dopo guerra in cui persero la vita 28 persone in tutto”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimossa la targa in ricordo dei caduti di Nassiriya a San Vito, Fratelli d'Italia: "Questo è disprezzo per i valori della Patria"

ChietiToday è in caricamento