menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Riaprire tutti gli uffici postali e potenziare il personale”, la richiesta dell'Udc

L'invito a Poste Italiane è di ripristinare le condizioni pre-Covid e tornare a fornire a tutti gli utenti abruzzesi servizi con meno disagi

La direzione regionale dell’Udc Abruzzo chiede a Poste Italiane la riapertura di tutti gli uffici postali e il potenziamento del personale. 

“Con la pandemia in corso - afferma il segretario regionale Udc Enrico Di Giuseppantonio - vi è stata una riduzione dei servizi e in molti centri della nostra regione gli sportelli al pubblico o sono chiusi, oppure aperti  solo per qualche giorno della settimana. Una situazione che danneggia gli utenti e laddove gli uffici sono operativi, si formano code che determinano aggregazioni, pesanti da sopportare soprattutto per gli anziani a causa delle quali si possono creare le condizioni per il diffondersi del virus, pericolose per i cittadini ma anche per chi opera agli sportelli".

L'invito a Poste Italiane è di ripristinare le condizioni pre-Covid e tornare a fornire a tutti gli utenti abruzzesi servizi con meno disagi.

"Occorre snellire i compiti essenziali (riscossione delle pensioni, pagamento delle bollette, ecc.) che pur vanno garantiti con ulteriore efficienza e con l’aumento del numero di operatori. Condivido e apprezzo - conclude il segretario Di Giuseppantonio- la richiesta avanzata alla dirigenza di Poste Italiane , nel mese di giugno, dal segretario interregionale del sindacato lavoratori Poste della Cisl Abruzzo e Molise, Antonio Giannatasio, per garantire un servizio indispensabile e di qualità nonché la riapertura a tempo pieno degli uffici postali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento