menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renzi in Abruzzo (repertorio)

Renzi in Abruzzo (repertorio)

Renzi arriva in Abruzzo, oggi la firma per filovia e funivia

Gli interventi per Chieti inseriti nel Masterplan. Di Primio firma le convenzioni con Regione e Governo: "Questo è il primo capitolo della città del domani"

La visita del presidente del Consiglio Matteo Renzi a Pescara segna un momento decisivo anche per la città di Chieti. Oggi pomeriggio (giovedì 10 novembre), alle 16, il premier sarà nella sala D’Annunzio all’ex Aurum per la cantierizzazione degli interventi del Masterplan per l’Abruzzo e la relativa sottoscrizione delle convenzioni operative con i soggetti attuatori.

FILOVIA E FUNIVIA - Fra questi c’è anche il Comune di Chieti, a cui sono destinati 14 milioni di euro per i due progetti di mobilità: il collegamento veloce lungo circa 2 chilometri fra Chieti Scalo (via dei Vestini) e Chieti alta (Terminal Bus in piazza Falcone e Borsellino) tramite funivia e il completamento del sistema filoviario da via dei Vestini a piazzale Sant’Anna con il passaggio per il quartiere Tricalle. Per il primo sono destinati 10 milioni, per il secondo quattro: i lavori sono da realizzare entro il 2019.

Raggiante il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, che questo pomeriggio firmerà le convenzioni con Regione e Governo. “Si tratta di due opere strategiche – commenta - che completano il sistema della mobilità cittadina, uniscono la parte alta allo Scalo, rendono la città più accessibile e fruibile. In soli 6 minuti, con la funivia, si arriverà da via dei Vestini in pieno centro storico, con il completamento della filovia realizzeremo il più lungo sistema di trasporto ecologico d'Abruzzo e collegheremo finalmente in pochi minuti il Tricalle con ospedale, università, piazzale Marconi. Queste due straordinarie opere, insieme al rifacimento è messa in sicurezza di via dei Vestini (in fase di completamento), alla realizzazione della stazione ferroviaria di Madonna delle Piane (già inaugurata) e alla realizzazione di un nuovo svincolo sulla transcollinare, che renderà immediato e più sicuro l'accesso a San Martino e all'ospedale (in fase di gara), cambiano la nostra città rendendola più moderna, più accessibile, più ecologica”.

Opere strategiche per la città ma anche per la provincia, dove sono previsti investimenti per oltre 50 milioni di euro. “Quando l'abbiamo scritto per la prima volta nel programma di governo della città, nel 2010 dicendo, che si trattava di opere da realizzare entro 10 anni per aprire una porta sul futuro della città, in pochi pensavano fosse realizzabile - aggiunge Di Primio – questo è il primo capitolo della città del domani” -  

ALTRI INTERVENTI - Le altre opere per Chieti inserite nel Masterplan e finanziate da altri soggetti (Università, Adsu, Regione), riguardano il Centro Regionale per la Vista, gli investimenti sull’ex Caserma Bucciante che diventerà Cittadella della Cultura e la ex Caserma Berardi che sarà trasformata in Cittadella della Pubblica Amministrazione, il raddoppio del parcheggio di via Gran Sasso, il rifacimento di piazza San Giustino e la realizzazione di un park a servizio della Berardi con annessa realizzazione di un parco tematico al posto della scuola Vicentini, il completamento del tunnel di collegamento al terminal di via Gran Sasso. L’auspicio è che si riescano ad avviare i lavori entro il 2017.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento