Politica

La Regione pensa anche a Chieti: 800 mila euro al Marrucino e per via Piaggio

In conferenza stampa D’Alfonso annuncia i due interventi strategici attesi dalla città. Ma Di Primio attacca: “Il solito spot”

Dalla Regione Abruzzo arriva un investimento di 800mila euro per finanziare il bicentenario della fondazione del teatro Marrucino e i lavori di ripavimentazione di via Erasmo Piaggio, nella zona industriale di Chieti Scalo. Lo ha annunciato in conferenza stampa il presidente Luciano D’Alfonso.

I finanziamenti

Nello specifico, per il Marrucino sono stati stanziati 200mila euro, per la viabilità di via Piaggio 600mila.

"Il Marrucino è un'istituzione teatrale, che rappresenta un'officina culturale a servizio non solo del capoluogo teatino, ma dell'intera area urbana Chieti-Pescara. Era nostro dovere assegnare questo contributo, che non solo rende scorrevole l'allestimento delle celebrazioni di un evento tanto importante come il bicentenario della fondazione, ma dà anche certezza organizzativa e finanziaria per programmare tutte le attività del teatro" ha spiegato  il Governatore ricordando anche il finanziamento del Mibact di un milione e mezzo di euro per il recupero e la valorizzazione del Teatro delle Terme e dei Tempietti Romani in città.

Bicentenario Marrucino: il Comitato organizzatore al lavoro per gli eventi

Per quanto riguarda i lavori su via Piaggio, che saranno portati avanti dall'Arap, l'agenzia regionale per le attività produttive, D’Alfonso  ha sottolineato come la richiesta di intervento della Regione sia stata sollecitata non solo dalle aziende che operano nell'area, ma anche da tanti cittadini e rappresentanti della società civile.  "Un'arteria - ha commentato - che da troppi anni versava in condizioni non dignitose, creando gravi disagi alle imprese della zona, molte delle quali rappresentano le più importanti realtà produttive della regione, operanti a livello internazionale. Una situazione che si è trascinata a causa delle difficoltà operative del vecchio Consorzio industriale, che oggi finalmente vede una soluzione"

Di Primio furioso

Il sindaco Umberto Di Primio, assente alla conferenza stampa, in una nota attacca il Governatore e chiede risposte sulla Sanità e sul territorio. “Temi sui quali la Regione targata D’Alfonso – dice il sindaco -  al momento o tace o ha accumulato solo una serie di promesse. 

Luciano D’Alfonso si esprima sul DEA di secondo livello visto che ormai da mesi non proferisce verbo sull’argomento; dica quando verserà il 5% dei finanziamenti per far decollare le opere inserite nel Masterplan; ci dia date certe, visto che sono trascorsi due anni dal suo ultimo annuncio, su quando erogherà le risorse per il risanamento idrogeologico di Santa Maria Calvona e di via Modesto della Porta, i cui residenti da anni stanno subendo gravi disagi; ci dica se vuole finanziare la bonifica dei siti inquinati o di quelli andati in fiamme come la discarica di Colle S. Antonio per i quali la Regione dichiara di non voler tirare fuori un euro”.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione pensa anche a Chieti: 800 mila euro al Marrucino e per via Piaggio

ChietiToday è in caricamento