Politica

Protesta sindaci a Milano: anche Pupillo a testimoniare le difficoltà dei Comuni

Il sindaco di Lanciano racconta la giornata milanese al fianco degli altri primi cittadini d'Italia. "I sindaci si stanno ormai trasformando in esattori dello Stato - commenta - perdendo il ruolo di progettualità e di amministratori dei territori"

Sindaci in piazza a Milano contro i tagli di Monti
Oltre 400 i sindaci d'Italia che ieri, mercoledì 21 novembre, hanno preso parte alla manifestazione contro i tagli agli enti locali a Milano.

Tra questi anche il primo cittadino di Lanciano, Mario Pupillo: "I comuni ormai si vedono schiacciati da un Patto di stabilità che il presidente ANCI ha ribattezzato Patto di Stupidità, dato che impedisce ogni investimento: si hanno i soldi a disposizione ma non si possono spendere. L'IMU viene riscossa dai Comuni ma saccheggiata dallo Stato, le regole e i decreti si susseguono con scelte cambiate in corso d´opera che costringono i nostri dirigenti a correggere il tiro periodicamente".

Sindaci in piazza a Milano contro i tagli di Monti
Liberiamo i Comuni dal patto di stupidità, scriviamo un nuovo patto per la crescita": recitava lo striscione dei sindaci di centrodestra e di centrosinistra. Erano presenti anche Giuliano Pisapia (Milano), Gianni Alemanno (Roma), Piero Fassino (Torino), Giorgio Orsoni (Venezia), Federico Pizzarotti (Parma).

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/politica/sindaci-milano-contro-tagli.html
Leggi le altre notizie su: http://www.today.it/ o seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

"La manifestazione ha preso il via da piazza Madonna delle Grazie - racconta Pupillo - dove si sono radunati i sindaci per la maggior parte di centro nord insieme ai gonfaloni di molte città e piccoli Comuni. Il corteo ha sfilato per le vie di Milano per raggiungere Piazza Duomo e raccogliersi quindi in Piazza della Scala per gli interventi". Tra questi, quello di Delrio che ha usato parole molto dure sull´IMU e sulla riduzione dei trasferimenti.

Sindaci in piazza a Milano contro i tagli di Monti
La delegazione dell'Anci (l'associazione dei Comuni italiani) ha incontrato il ministro dei Rapporti con il Parlamento Piero Giarda, in un faccia a faccia alla Prefettura di Milano, e poi i segretari di partito Alfano, Bersani e Maroni. "Se non arriveranno subito delle risposte si troveranno un pezzo di Repubblica che non riesce a svolgere le sue funzioni", hanno dichiarato i sindaci. "Se la legge di Stabilità uscirà così com'è dal Senato - ha ribadito il presidente dell'Anci Graziano Delrio - daremo dimissioni di massa. Il governo ha preso nota".

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/politica/sindaci-milano-contro-tagli.html
Leggi le altre notizie su: http://www.today.it/ o seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

""""Una giornata importante - conclude il sindaco di Lanciano - che mi ha permesso di capire quanto sia diffusa la sofferenza degli amministratori comunali e testimonia la grave situazione, le difficoltà di formulare i bilanci nel 2013 e assicurare i servizi essenziali ai cittadini. I sindaci si stanno ormai trasformando in esattori dello Stato perdendo il ruolo di progettualità e di amministratori dei territori".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta sindaci a Milano: anche Pupillo a testimoniare le difficoltà dei Comuni

ChietiToday è in caricamento