menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la manifestazione domencia scorsa a Ortona (foto: OrtonaLive)

la manifestazione domencia scorsa a Ortona (foto: OrtonaLive)

Punti Nascita, il Consiglio regionale va avanti con la chiusura

La maggioranza respinge la risoluzione dell'opposizione di centrodestra sui punti nascita in Abruzzo. Domenica 8 marzo a Ortona c'era stato un presidio contro la chiusura

Con 12 voti a favore e 14 contrari, ieri sera il Consiglio Regionale ha respinto la risoluzione dell'opposizione di centrodestra per evitare la chiusura dei punti nascita in Abruzzo. Dunque la Regione va avanti con la chiusura dei punti nascita di Ortona, Sulmona, Atri e Penne, come previsto dal decreto commissariale n. 10 dell'11 febbraio scorso.

Nella risoluzione si chiedeva al Presidente della Giunta e commissario ad acta della sanità di sospendere gli effetti del decreto sulle strutture con meno di 500 parti all'anno, in attesa di un'analisi più approfondita e dell'attivazione di un servizio di trasporto per le emergenze neonatali e servizio di trasporto materno assistito, assieme al potenziamento dei reparti di ostetricia e ginecologia che resteranno attivi.

L'assessore regionale alla sanità, Silvio Paolucci, ha spiegato che la problematica è stata determinata dalla precedente giunta regionale Chiodi "che non ha mai firmato il decreto di chiusura", aggiungendo che "la misura e' necessaria perchè' prevista nel piano di rientro a cui la Regione è sottoposta da anni per il deficit sanitario".

I lavori sono stati preceduti da una  lunga riunione dei capigruppo per trovare un'intesa. Alla discussione hanno assistito numerosi sindaci delle città interessate e dei comprensori coinvolti, assente invece il primo cittadino di Ortona, Vincenzo D'Ottavio.

CRITICHE DA ORTONA   "L' atteggiamento condotto dal primo cittadino di Ortona è vergognoso e deplorevole" commenta il portabandiera ortonese di Forza Italia, Simone Ciccotelli,"La città merita di essere rappresentata da un sindaco che lavora fattivamente e in maniera incisiva per difendere il proprio territorio e i suoi abitanti. Prenda esempio dai Suoi colleghi di Sulmona, Atri e Penne. Da D'Ottavio, che nella vita svolge la professione di medico, gli ortonesi ed i cittadini delle comunità limitrofe si aspettano non interviste e comparse di facciata nelle manifestazioni organizzate da terzi, ma che finalmente indossi il camice e la fascia tricolore e si opponga alla decisione di questo Governo regionale di chiudere il Punto Nascite di Ortona".

La delusione è tanta a Ortona, come quella espressa dal gruppo OrtonaLive, che ha listato a lutto la propria pagina Facebook. "Si ringrazia Luciano D'Alfonso, Silvio Paolucci, Camillo D'Alessandro...- si legge - per la votazione di oggi, e tutti gli Ortonesi che vi hanno votato...il nostro sindaco e l'amministrazione attuale per il suo grande impegno per la difesa del punto nascite...siete meravigliosi. Grazie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento