menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Casapound Lanciano alla fiera dell'agricoltura contro l'Imu sui terreni

"Il recente provvedimento approvato dal governo Renzi - spiega il responsabile Barone - è una stangata per uno dei settori guida dell'economia frentana, l'agricoltura. Chiediamo che questa tassa venga abolita". Gli esponenti del movimento hanno srotolato uno striscione e distribuito volantini ai visitatori

La sezione lancianese di CasaPound ha fatto sentire la sua voce contro l'Imu sui terreni agricoli durante la fiera nazionale dell'agricoltura. Nella giornata di venerdì (10 aprile) un gruppo di aderenti al movimento ha protestato mostrando uno striscione che recitava: "No Imu sulle nostre terre", distribuendo volantini ai visitatori. 

“Con questa azione – spiega Nico Barone, responsabile lancianese CasaPound – abbiamo voluto portare l’attenzione sul recente provvedimento varato dal governo Renzi, che rappresenta una vera stangata per uno dei settori guida dell’economia frentana, l’agricoltura, che già patisce una grave crisi”.

“A dispetto dei proclami del governo sull’abbassamento dell’insostenibile pressione fiscale – continua Barone – si è voluto istituire un ulteriore balzello, che colpisce i settori che creano lavoro e ricchezza, al solo scopo di ottemperare agli obblighi di bilancio imposti all’Italia dall’Unione Europea, e di garantirsi qualche piccola risorsa extra per mance da elargirsi in tempo di campagna elettorale, sul modello degli ormai famosi ‘80 euro’. Da parte nostra, continueremo a far sentire la nostra voce, che siamo sicuri essere quella della stragrande maggioranza dei cittadini italiani, per chiedere che questa insostenibile tassa che uccide l’agricoltura venga al più presto abolita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento