menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza sismica nelle scuole, la proposta di Marzoli da 1 milione e 200mila euro

Il consigliere Pd ha presentato un dettagliata progetto in commissione Lavori pubblici, individuando quali e quanti fondi destinare a lavori di adeguamento negli istituti cittadini

Stornare 1 milione e 200mila euro previsti per lavori prorogabili e non urgenti, per destinare quei fondi a lavori di adeguamento sismico nelle scuole cittadine di competenza del Comune. La proposta, firmata dal consigliere comunale del Partito Democratico Alessandro Marzoli, è stata discussa nell'ultima seduta della commissione Lavori pubblici, tenuta giovedì scorso (27 ottobre). 

Il progetto, studiato nei dettagli, prevede una variazione nelle previsioni di singoli lavori pubblici, per destinare un totale di 1 milione e 198mila euro ad interventi negli asili nido e nelle scuole di Madonna del Freddo, Villaggio Celdit, Porta Sant'Anna, Brecciarola, Salvaiezzi. 

Analizzando il piano triennale delle opere pubbliche, Marzoli ha chiesto al presidente di commissione Emiliano Vitale (Forza Italia), all'assessore ai Lavori pubblici Raffaele Di Felice e ai commissari di spostare risorse da alcuni capitolo di intervento. Nel dettaglio, sarebbero 300mila euro previsti nel 2016 dall’accordo quadro per la realizzazione di lavori manutentori straordinari per verde pubblico urbano e cimiteriale; 140mila euro previsti nel 2017-2018 per l’ adeguamento e la sistemazione di immobili comunali; 398mila previsti nel 2018-2019 per la demolizione e ricostruzione dell’ edificio adibito ad abitazione del custode presso la Villa Comunale e ancora; 360mila euro previsti per gli interventi per infrastrutturazione idrica meccanica e irrigazione automatica aree verdi villa comunale - primo stralcio. Un totale di 1 milione e 198 mila euro, che verrebbero spostati nella previsione di spesa sulla sicurezza e l’ adeguamento sismico delle scuole, ed in particolare su quelle che oggi possono presentare maggiori criticità o per le quali si riterrà dovranno essere effettuati lavori.

Inoltre, Marzoli ha chiesto di innalzare la scala di "priorità" prevista nel documento triennale delle opere pubbliche dal livello 1 al livello 5 ( scala da 1 a 5 ). "L’adeguamento sismico delle scuole di Chieti deve diventare una priorità assoluta, non solo per il Comune ma anche per la Provincia", dice il consigliere di opposizione.  

Il presidente di commissione Vitale si è detto disponibile a riconvocare nei prossimi giorni la seduta per analizzare la documentazione sullo stato delle singole scuole. Marzoli si è detto soddisfatto dalla "disponibilità di tutti i commissari a valutare nel merito la proposta e l’ apertura dell’Assessore ai LL.PP. ad una modifica in consiglio comunale del triennale opere pubbliche che vada in questa direzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento