rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica Chieti Scalo / Via Erasmo Piaggio

Progetto In.Te: " Il Consorzio Industriale non ha ricevuto ancora la documentazione richiesta alle ditte"

Il consigliere di opposizione Alessandro Giardinelli chiede la verità sullo stato dell'iter presso il Consorzio Industriale del progetto In.Te, nell'area ex Burgo

Anche il consigliere comunale Alessandro Giardinelli chiede chiarezza sul “Progetto In.Te.”: i l'insieme di progetti presentati da alcune aziende nell'area dell'ex catrtiera Burgo allo Scalo

Tra le poche certezze sicuramente il fatto che a gennaio scorso diverse ditte hanno presentato al Consorzio Industriale i progetti per l’insediamento nell’area ex-Burgo, "ma la documentazione era molto carente – spiega Giardinelli - per questo nel febbraio 2013 il Consorzio ha richiesto alle ditte di completare la documentazione con documenti quali il Titolo di proprietà, la visura camerale, la certificazione degli ultimi due anni di bilancio, il certificato anti-mafia eccetera eccetera. Al momento però, nessuna delle ditte ha presentato alcun certificato richiesto".

Secondo quanto riferisce Giardinelli però, nessuna convenzione sarebbe stata stipulata tra il le ditte del Progetto “In.Te.” e il Consorzio Industriale per la valutazione degli oneri da pagare e per la modalità di realizzazione dei servizi e dei sottoservizi.

"Queste notizie - dice ancora il consigliere di Scelta Civica - ci fanno dubitare delle assicurazioni del sindaco Di Primio circa il buon andamento del percorso che porterà la realizzazione del progetto “In.Te”. I fatti sembrano non corrispondere a quanto raccontato ai lavoratori che attendono con urgenza la possibilità di un nuovo posto di lavoro. Sarebbe meglio dire la verità non giocando sulla pelle dei lavoratori".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto In.Te: " Il Consorzio Industriale non ha ricevuto ancora la documentazione richiesta alle ditte"

ChietiToday è in caricamento